Asa, a scuola d’acqua

Oltre tremila studenti coinvolti nel progetto d'educazione ambientale realizzato dal gestore unico del servizio idrico

[26 gennaio 2017]

L’Azienda servizi ambientali (Asa), gestore unico del servizio idrico nell’ATO 5 Toscana Costa, da ormai due decenni fa dei progetti di educazione ambientali rivolti alle scuole di ogni ordine e grado sul territorio un fiore all’occhiello. L’edizione in corso, iniziata lo scorso novembre e destinata a terminare nel mese di maggio, coinvolge «tantissimi giovani – ha dichiarato il presidente Andrea Guerrini durante la presentazione avvenuta oggi nella sede Asa di Cecina –  Le adesioni sono state 3.025 nei vari percorsi educativi. L’attività svolta da Asa sul territorio ha come obiettivo quello di trasmettere l’importanza e il valore dell’acqua potabile, frutto di un lavoro complesso e articolato che l’azienda svolge quotidianamente in un territorio ricco di criticità»

Punto focale del progetto d’eduzione, che si sviluppa «secondo precisi strumenti e tempistiche come – dettaglia Cristina Fiorilli, responsabile dell’area comunicazione Asa – le lezioni in classe, la realizzazione di sussidi cartacei e multimediali, visite agli impianti in particolari occasioni, inoltre i vari percorsi sono modulati in base alla fascia di età degli alunni».

Il prossimo punto focale sarà quello del 10 maggio, per la Giornata dei servizi pubblici locali: Asa renderà infatti fruibili agli studenti molti importanti luoghi di lavoro disseminati sul territorio: impianto per l’abbattimento del boro e dell’arsenico nelle acque potabili della Val di Cornia e Isola d’Elba, l’impianto di deferromanganizzazione di Mortaiolo (Collesalvetti), l’impianto di abbattimento dei nitrati a Cecina e l’impianto di Belvedere a Rosignano.