In Toscana il progetto Life + della Commissione europea

Gestire l’acqua per sviluppare il territorio: con Wiz un passo verso la sostenibilità

Realizzate due piattaforme web per la fruibilità delle informazioni

[26 giugno 2013]

Integrare le condizioni future di gestione dell’acqua con lo sviluppo territoriale e la pianificazione urbanistica, tenendo conto dell’impatto del cambiamento climatico. Questo è l’obiettivo di WIZ (WaterIZe spatial planning: encompass future drinkwater management conditions to adapt to climate change), il progetto Life + della Commissione europea realizzato da Acque Spa, Autorità di Bacino del Fiume Arno, Ingegnerie Toscane Srl, Fundación Instituto Tecnológico de Galicia (A Coruña, Spagna), la cui conferenza finale* si terra giovedì 27 giugno a Firenze (Sala Blu, Educatorio di Fuligno, via Faenza 48).

Gli eventi estremi (caldo e siccità, pioggia e inondazioni), indotti dal cambiamento climatico sono già incrementati in frequenza e gravità. «Alcuni impatti sulla disponibilità di acqua potabile sono già visibili in Europa- spiegano i partner- la domanda di acqua è aumentata negli ultimi 17 anni ed ammonta a più di 100 milioni di metri cubi di acqua corrente all’anno; il problema è che egli ultimi 3 anni sono risultati disponibili rispettivamente solo 24, 39 e 19 milioni di m3».

Nell’Europa meridionale in particolare lo stress idrico è in aumento a causa del cambiamento climatico, ma anche dell’incremento del turismo, dell’irrigazione e della propagazione urbana che aumenta la pressione sugli ecosistemi. E’ necessario quindi conoscere bene le criticità per istruire strategie di adattamento e ridurre i rischi  partendo dalla riduzione della domanda di acqua il che comporta un cambio di paradigma rispetto agli stili di vita. Del resto la crisi economico finanziaria ha inciso sull’occupazione ed in particolare ha messo in ginocchio il settore dell’edilizia che si prova a far ripartire con sostegni a livello centrale e locale, il che implica anche la necessità di una certa attenzione dato che l’ambiente costruito è connesso con la crescente domanda di acqua potabile. E’ a questo punto che si inserisce il progetto.

«Con Wiz i Comuni, le Province e tutti coloro che si occupano di pianificazione territoriale e urbanistica possono prendere le proprie decisioni potendo consultare le informazioni relative alla stima dei fabbisogni e disponibilità di acqua potabile, ai confronti fra scenari di insediamento e scenari climatici, alle stime dei costi delle infrastrutture idriche- hanno spiegato i partner di progetto- Grazie ai servizi Wiz ogni cittadino può trovare su Internet l’informazione sulla disponibilità (attuale e futura) di acqua potabile in un punto preciso, per esempio il luogo in cui vuole andare ad abitare: Wiz è infatti collegato con i sistemi informativi territoriali degli enti». Queste informazioni ovviamente servono anche agli  enti regolatori e i gestori del servizio idropotabile per migliorare in qualità, efficienza e fondatezza delle loro scelte.

Il progetto Wiz è stato svolto principalmente nell’area di influenza dell’Autorità d’Ambito Territoriale 2 (ex Ato 2) – Basso Valdarno e nell’area della Deputacion de La Coruña, includendo fino a un certo punto la Regione di Galizia (Spagna). Le azioni di disseminazione hanno interessato invece aree più vaste, sia in Italia che in Spagna.

In sintesi  il  progetto intendeva raggiungere questi obiettivi principali: integrare le analisi di lungo termine sulla gestione dell’acqua potabile all’interno della pianificazione territoriale creando una piattaforma per le autorità locali coinvolte nei processi di decision-making e restituendo le informazioni per decisioni informate; contribuire all’integrazione del Quadro d’Azione Europeo per l’Adattamento al Cambiamento Climatico (European Framework for Adapting to Climate Change – COM(2009) 147) all’interno delle normative locali ed europee, con particolare riguardo alle future condizioni di gestione dell’acqua; aumentare la consapevolezza e la partecipazione pubblica coinvolgendo cittadini e imprese (specialmente le Pmi) alla gestione partecipata (governance) dell’acqua, sostenendo l’istituzionalizzazione di questo approccio, favorendo approcci deliberativi, ma anche normativi o procedurali.

Quindi attraverso le piattaforme web che sono state realizzate  WIZ4All (per i cittadini e professionisti) e WIZ4Planners (per i pianificatori), è rimarcata l’importanza delle informazioni verso i cittadini (e le imprese), per un loro pieno coinvolgimento alla gestione partecipata (governance) dell’acqua, e l’azione di istituzionalizzazione, in cui metodi e procedure dovrebbero essere pienamente riconosciuti dai responsabili politici e dai pianificatori. Se questi aspetti, non venissero estesi, saremmo di nuovo davanti ad un buon progetto che finisce in un cassetto.

*Di seguito il programma dell’evento

27 giugno 2013, sala blu educatorio di Fuligno via faenza, 48 – 50123 firenze

9:30 Registrazione del partecipanti

Apertura lavori

10.00 Regione Toscana – Assessore all’Ambiente

Anna Rita Bramerini

10:15 Ingegnerie Toscane Presidente /

Fausto Valtriani / (presiede la conferenza)

WIZ: un progetto comune

10.30 Autorità di Bacino / Segretario Generale /

G. Checcucci

Le attività di disseminazione di WIZ a

livello europeo

10.45 ANCI Toscana / Segretario Generale /

Alessandro Pesci

I rapporti e le interazioni con i comuni

11.15 Coffe break

11.30 Autorità Idrica Toscana / Direttore Generale

A. Mazzei

Investimenti strategici e pianificazione

territoriale: le due direttrici d’intervento

nel servizio idrico integrato

12.00 Acque Spa / Dirigente Settore Investimenti

Roberto Cecchini

WIZ: un progetto per lo sviluppo

12.15 Ingegnerie Toscane Project Manager

Progetto WIZ / Oberdan Cei

Una piattaforma per lo sviluppo del

territorio: i risultati raggiunti

12.45 Legambiente / Responsabile regionale

Settore Acque e Difesa del suolo /

Federico Gasperini

”Water is Life”: approccio per una sua

gestione sostenibile

13.00 Light Lunch

14.15 Autorità di Bacino / Isabella Bonamini

WIZ e la pianificazione di bacino

14.30 ITG / Juan Sobreira

WIZ4ALL: Dificultades, Logros

y Nuevos Retos

14.45 Autorità di Bacino / Bernardo Mazzanti

La stima degli effetti del cambiamento

climatico sulla disponibilità

di risorsa idrica

15.00 Università degli studi di Pisa /

Paolo Mogorovich

WIZ: diffusione dell’informazione

15.15 Acque Spa / Dirigente Fognatura

Depurazione Acquedotto / Mario Chiarugi

Comunicare al cittadino

15.30 Comune di Montespertoli /

Responsabile del Settore Assetto del

Territorio del Comune di Montespertoli /

Antonino Gandolfo

Piano Strutturale: dimensionamento

e disponibilità di risorsa idrica

15.45 Comune di Pisa / Responsabile Settore

Ambiente / Marco Redini

L’applicabilità della Piattaforma

WIZ come strumento di governance

territoriale

16.00 Acque Spa / Presidente / Giuseppe Sardu

Sinergie e innovazione per la gestione

sostenibile del servizio idrico

e lo sviluppo del territorio

16.15 Cocktail aperitivo