Life+: il record del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

[14 novembre 2013]

Il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è protagonista a livello europeo in quanto a realizzazione di progetti Life. Infatti anche quest’anno è rientrato nell’elenco dei soggetti beneficiari del sostegno finanziario Life, avendo ottenuto dall’Unità Ambiente della Commissione europea l’approvazione del progetto “Aqualife” (Development of an innovative and user-friendly indicator system for biodiversity in groundwater dependent ecosystems). Con questo progetto sono 7 i “Life” in via di realizzazione presso l’Ente Parco, numero che rappresenta un primato.

L’obiettivo di “Aqualife” è quello di sviluppare e divulgare un innovativo “Pacchetto applicativo” per l’uso di un sistema di bioindicatori, atti a misurare la perdita di biodiversità negli ecosistemi dipendenti dalla acque sotterranee (sorgenti, falde acquifere, letti fluviali) in presenza di diverse categorie di impatto. Di rilievo  il partenariato, che affianca all’Ente Parco, in  qualità di soggetti attuatori, il Mesva – Dipartimento di Medicina clinica, sanità pubblica, scienze della vita e dell’ambiente dell’Università dell’Aquila e la Direzione Parchi, Territorio, Ambiente ed Energia della Regione Abruzzo. Il budget complessivo è di €1.705.964,00, finanziato al 50% dalla Commissione Europea, ma per la sua importanza, il progetto ha ottenuto un co-finanziamento esterno da parte di Enel Produzione s.p.a. – Unità di Business Hydro Centro.

Il progetto è stato presentato a Roma lo scorso venerdì 8 novembre, in occasione del kick-off meeting annuale per i Beneficiari dei progetti Life+ approvati in Italia e che prendono avvio in questo scorcio di 2013. Durante l’evento organizzato dal ministero dell’Ambiente, è emerso come il trend di approvazione dei progetti Life in Italia sia nettamente in crescita, anche rispetto ad altri stati membri, attraverso progetti ambiziosi il cui budget supera mediamente il milione di euro. Secondo gli intervenuti questo è un indicatore di come stia crescendo la sensibilità verso le tematiche ambientali, sia in termini di conservazione della natura, sia in termini di sviluppo di tecnologie innovative a basso impatto, anche nei processi industriali.