Texas, l’incredibile storia dei pipistrelli contro speculazione edilizia

La più grande concentrazione di mammiferi del mondo messa a rischio da una lottizzazione di 3.800 case

[3 giugno 2013]

Quando si pensa alla più grande concentrazione di mammiferi del mondo vengono subito in mente la migrazione delle grandi mandrie-gnu nel Serengeti o dei caribù nell’Artico. Sbagliato. Bisogna invece guardare in cielo perché la più grande popolazione di mammiferi è quella che si riunisce ogni anno, tra la primavera ed ottobre, nella  Hill Country del Texas. Ogni estate, milioni di pipistrelli senza coda messicani  (Tadarida brasiliensis), chiamati anche molosso brasiliano, ritornano nella Bat Cave Bracken, circa 15 miglia ad ovest di New Braunfels, nel Texas, per riprodursi. Ogni notte milioni di pipistrelli escono a caccia dalla Bracken Cave, oscurando il cielo, attesi dai rapaci che banchettano con questa inesauribile fonte di prede.

Questi sono però tempi duri per i pipistrelli americani: la sindrome del naso bianco ha devastato intere colonie di chirotteri nella a costa orientale. In tutto il mondo, i pipistrelli sono minacciati dalla perdita di habitat e dall’ignoranza umana. Anche la Bracken Cave è ora minacciata dal progetto “Crescent Hills”, ben 3.800 case che dovrebbero essere costruite su 1.545 acri,  proprio sotto la principale rotta aerea che 10 – 20 milioni di pipistrelli senza coda messicani utilizzano per entrare ed uscire dalle grotte nelle quali hanno i loro posatoi di parto ed allevamento tra la primavera e l’autunno.

Ogni notte, i pipistrelli volano sulla  Hill Country  per banchettare con miliardi di insetti nocivi.  «Solo  questa colonia mangia circa 100 tonnellate di insetti ogni notte – spiega Fran Hutchins,  sovrintende della Bat Cave Bracken  per Bat Conservation International (Bci) – i pipistrelli voleranno sopra questa lottizzazione per 3-4 ore ogni notte.  Le luci delle vie e dei portici attireranno gli insetti e gli insetti attrarranno i giovani pipistrelli».

Il 29 maggio più di 200 persone hanno affollato la sala del consiglio comunale di San Antonio, in Texas per sostenere l’opposizione di Bat conservation international all’enorme speculazione edilizia. Come si legge nella cronaca del San Antonio Express-News «La testimonianza di questa minaccia senza precedenti alla più grande colonia di pipistrelli del mondo è continuata per tre ore».

Il direttore esecutivo di Bci Andy Walker, che ha anche consegnato al Consiglio comunale di San Antonio le prima 13.250 firme di chi si oppone alla lottizzazione, ha sottolineato: «Siamo venuti questa sera al Consiglio, perché per molti aspetti questo è per noi il tribunale di ultima istanza. L’emergere di notte di 10  milioni di pipistrelli senza coda messicani dalla  Bracken Cave, a 20 minuti a nord di San Antonio, nel Central Texas, è uno dei grandi fenomeni naturali del mondo».  Walker dice che «Nessuno ha parlato a favore dell’insediamento» ed anche il sindaco di San Antonio, Julián Castro, ha detto all’Express-News  che è ancora troppo presto per commentare il progetto e che il city staff  lo  sta esaminando. Ma il City Council di San Antonio non sembra voler davvero fermare la Galo Properties che vuole costruire questa gigantesca speculazione fuori città. Walker spera che «Le parti possono lavorare insieme per trovare una soluzione». Ma l’avvocato avvocato ambientalista James Cannizzo, che lavora per l’esercito Usa, ha detto: «Invece di esplorare modi per sviluppare quest’area, tutti noi dovremmo ricercare i modi per aggiungere questo zona alla Chain of golden-cheeked warbler che preserva quest’area». Si tratta di una zona protetta, istituita dalla Bexar County e dall’esercito Usa, per salvaguardare la Dendroica guancedorate  (Setophaga chrysoparia), un uccello canoro in via di estinzione, che si trova in parte all’interno ed in parte fuori dai confini  della Bracken Cave Reserve della Bci, che occupa 697-acri.

Sembra avere un grande sostegno dell’opinione pubblica l’idea di raccogliere fondi per acquistare il terreno o pagare la Galo perché riduca la densità dell’enorme speculazione e Gene Dawson, un ingegnere che sta lavorando alla lottizzazione, ha detto che la Galo è aperta all’idea. Dawson ha scritto in recente una mail di risposta gli ambientalisti: «Il Bci è benvenuto come acquirente di questa proprietà e per farne  ciò che vogliono».

La preoccupazione di chi difende i pipistrelli è che la costruzione della lottizzazione o il rischio di diffusione della rabbia dei pipistrelli per chi ci andrà ad abitare potrebbero portare a cacciar via i chirotteri o alla chiusura della grotta. Jessica Alderson, una biologa urbana del  Texas Parks and wildlife department ha spiegato al Consiglio comunale che «I pipistrelli mangiano così tanti insetti che fanno risparmiare agli agricoltori del Central Texas una cifra stimata in 740.000 dollari l’anno». Alcuni stimano che negli Usa  i pipistrelli facciano risparmiare ogni anno agli agricoltori più di 7,3 miliardi dollari in danni ai raccolti e grazie al ridotto uso di pesticidi.

Ma c’è anche un altro problema: la lottizzazione verrebbe costruita proprio sopra la zona di ricarica dell’acquifero Eddwards e questo richiederà al San Antonio Water System di espandere la propria rete di tubazioni idriche e fognarie più di 5 miglia oltre la sua attuale area di servizio. «La zona di ricarica è letteralmente dove la falda acquifera incontra la superficie della terra – evidenzia Annalisa Peace della Greater Edwards Aquifer Alliance – Non c’è alcuna filtrazione nell’Edwards, perciò tutto quel che viene prodotto sulla superficie del suolo va dritto nella falda acquifera. La rete fognaria  collegherà le case e problemi con questa  potrebbero influenzare l’approvvigionamento idrico di San Antonio. Perché quando ci saranno perdite di liquami, quei  liquami andranno direttamente nel nostro approvvigionamento di acqua potabile».

Susan Hughes, direttrice della Green spaces alliance e vicepresidente dell’Edwards Aquifer authority board, ha esortato il Consiglio comunale di San Antonioa tutelare la falda acquifera e la grotta dei pipistrelli, avvertendo che «La lottizzazione, se verrà costruita, sarà irreversibile», poi ha chiesto ai consiglieri comunali se qualcuno di loro avesse visitato la Bracken Bat Cave, che attira un numeroso eco-turismo con l’impressionante spettacolo di milioni pipistrelli che sciamano dalla grotta al tramonto, ma nessuno di loro c’era mai stato e la Huges ha commentato «Penso che per voi sia arrivato il momento di farci una gita»

La legge del Texas lascia pochi spazi per l’esame delle problematiche ambientali ed il San Antonio water system (Saws) ha già concesso alla Galo i permessi per gli allacciamenti idrici e fognari dei quali avranno bisogno le sue 3800 case, ma il Saws non ha detto se e esistono riserve idriche adeguate e non ha voluto rispondere alle domande sull’opportunità di realizzare una enorme speculazioni proprio in un’area di ricarica idrica protetta.

Bat conservation international evidenzia: «Questo progetto, in definitiva, deve prima arrivare  alla San Antonio Planning Commission per l’approvazione, ma anche la Commissione per la i pianificazione non ha l’autorità per prendere in considerazione le preoccupazioni ambientali. Infatti, se la Commissione non fa nulla, la lottizzazione sarà approvata automaticamente dopo 30 giorni. Ci è stato detto dai nostri avvocati che il Consiglio Comunale di San Antonio e il sindaco di Castro sono la nostra unica vera possibilità di fare ricorso e che le nostre speranze di persuaderli a sospendere la cosa sta nella nostra capacità di avere un significativo appoggio dell’opinione pubblica e dei media per questo problema. A parte le questioni ecologiche, siamo preoccupati di mettere 10.000 persone accanto a milioni di pipistrelli adulti in accoppiamento ed  a milioni pipistrelli più giovani che imparano a volare, che saranno attratti gli insetti che cacceranno intorno ai portici ed alle  luci delle strade di queste case. Qualora qualche povero bambino o un genitore venisse a contatto con un pipistrello malato o un animale domestico prendesse un pipistrello malato e contraesse la rabbia, non importerebbe che i pipistrelli siano lì da 10.000 o più anni. Ci sarà una crescente richiesta al dipartimento della salute della città di far fronte a “questa minaccia alla sicurezza pubblica”. Questa, infatti, è la più grande minaccia per i pipistrelli di Bracken».