Agricoltura familiare: accordo Fao – Ica in vista del Decennio di azione

Partnership per le cooperative agricole, promuovere crescita inclusiva, investimenti responsabili e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

[14 maggio 2018]

Oggi, Fao e International Co-operative Alliance (Ica) hanno hanno firmato un protocollo d’intesa che darà nuovo slancio alla loro collaborazione, formalmente iniziata nel 2013, e offrirà opportunità per migliorare e approfondire il loro partenariato strategico, rinnovando così la loro collaborazione e  «aprendo la strada a maggiori sforzi congiunti per consentire ai piccoli produttori e alle famiglie contadine del mondo in via di sviluppo di beneficiare di un modello di business unico e di successo che mette insieme obiettivi economici e sociali per uno sviluppo inclusivo».
Nell’ambito di questo protocollo, Fao e Ica «Genereranno e promuoveranno esempi di buone pratiche e informazioni su come le cooperative nei settori alimentare e agricolo possano essere imprese sostenibili e inclusive; sosterranno il progresso delle cooperative come modello di business efficiente, comprendente i piccoli produttori e gli agricoltori familiari e rispondente alle esigenze di chi ne fa parte; garantiranno la partecipazione delle cooperative e dei loro membri ai processi di consultazione nelle politiche regionali e globali e sosterranno la creazione di un ambiente favorevole affinché le cooperative possano svilupparsi e prosperare

L’Ica è un’ONG fondata nel 1895 per promuovere il modello cooperativo. E’ la più importante organizzazione per le cooperative di tutto il mondo, rappresentando 308 federazioni cooperative e organizzazioni in 107 Paesi (dati dell’aprile 2018). Attraverso i suoi associati, Ica rappresenta 1,2 miliardi di persone di 2,6 milioni di cooperative nel mondo. I membri dell’Ica sono federazioni cooperative a livello nazionale, organizzazioni cooperative individuali e uffici governativi che si occupano di cooperative. L’Ica collabora con governi e organizzazioni globali e regionali per creare ambienti legislativi che consentano alle cooperative di formarsi e crescere.

Presentando l’accordo la Fao ha evidenziato che «Gli importanti contributi delle cooperative agricole alla riduzione della povertà e al raggiungimento della sicurezza alimentare stanno guadagnando sempre maggiore riconoscimento in tutto il mondo. Le cooperative sono incluse come partner nell’attuazione negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e svolgono un ruolo fondamentale nel rafforzamento delle capacità dei piccoli proprietari di effettuare investimenti responsabili in agricoltura. Inoltre, la risoluzione del Decennio di azione per l’agricoltura familiare (2019-2028) ricorda la necessità di concentrarsi sulle cooperative agricole e sulle reti di agricoltori negli sforzi per migliorare la sicurezza alimentare e la nutrizione. Essendo imprese autonome di proprietà comune e controllate democraticamente dai loro membri, le cooperative sono un modello collaudato in grado di sostenere i piccoli produttori e gli agricoltori familiari nella realizzazione di economie di scala, e nel migliorare l’accesso ai mercati, al credito, alle informazioni e ad altre risorse».