Alzheimer, scoperti i flavonoidi che potrebbero curarlo. Al via i test sull’uomo in Cina

Il segreto potrebbe essere nei petali del cotone

[5 gennaio 2016]

Alzheimer rotelle

Secondo l’agenzia ufficiale cinese Xinhua, «Un nuovo farmaco destinato a trattare la malattia di Alzheimer, utilizzando dei flavonoidi scoperti ed estratti nei petali di cotone da dei ricercatori cinesi,  è entrato nella fase di test».

A scoprire la nuova possibile sostanza curativa sono stati i ricercatori dell’Istituto tecnico di fisica e chimica dello Xinjiang, che fa parte dell’Accademia delle scienze cinese, che hanno detto di aver «scoperto dei flavonoidi in grado di migliorare la capacità di apprendimento degli animali, nel corso di uno studio iniziato nel 2003». A quanto scrive Xinhua, «E’ stato scoperto che questi flavonoidi migliorano la memoria dei topi vittime di demenza e di invecchiamento naturale».

I ricercatori dello hanno poi identificato i 20 composti dei flavonoidi  dei petali di cotone e prodotto delle compresse che producono un effetto simile ed un basso dosaggio e dell’Istituto tecnico di fisica e chimica dello Xinjiang ha già firmato un accordo con un’industria farmaceutica per l’applicazione pratica di queste scoperte.

Questi petali bianchi e rosa compaiono sulla pianta del cotone prima della comparsa del cotone stesso  e la regione autonoma uigura dello Xinjiang e una delle maggiori aree produttive del cotone in Cina, dove questa coltivazione presenta anche non pochi problemi ambientali e dove viene coltivato cotone OGM.

Prima questi petali venivano buttati via, ma dopo la scoperta le imprese agricole dello Xinjiang li vendono  sul mercato a circa 15 yuan (più di  2 dollari) al Kg.