Ecco Cool Farm Tool, lo strumento per misurare l’impronta ambientale dell’agricoltura

[4 giugno 2014]

Alla vigilia della giornata mondiale dell’Ambiente, che quest’anno – avendo come tema Raise your voice not the sea level – Alza la voce non il livello del mare guarda ai cambiamenti climatici, Francesco Caterini, presidente di Assofertilizzanti ha detto che «la riduzione delle emissioni di gas serra e cambiamenti climatici sono due dei temi oggi sempre più presenti nell’agenda del nostro settore; per questo, per essere più competitivi e ragionare, allo stesso tempo, in un’ottica di innovazione e sicurezza, dobbiamo sforzarci di operare con i più alti standard a favore della sostenibilità ambientale»

In quest’ottica è stato presentato Cool Farm Tool (Cft), uno strumento promosso nell’Unione europea da Europa da Fertilizers Europe e in Italia da Assofertilizzanti-Federchimica, che «mira a supportare gli agricoltori nella misurazione della cosiddetta Carbon Foot Print, l’indicatore ambientale che rileva l’impatto delle attività umane e, in questo specifico caso, delle coltivazioni agricole e degli allevamenti zootecnici sul clima globale».

Da Assofertilizzanti-Federchimica spiegano che «attraverso un rapido calcolo basato su una piattaforma online risulta molto più facile individuare, ove necessario, strategie concrete per la mitigazione dei cambiamenti climatici causati dalla eccessiva presenza di anidride carbonica (CO2) in atmosfera, integrandosi di conseguenza negli obiettivi prefissati dal protocollo di Goteborg».

Tra i partner dell’iniziativa spiccano giganti come Marks &Spencers, Pepsico, Unilever Heineken ma Caterini, che preside un’associazione di categoria che non è certo sempre ben vista dagli ambientalisti, assicura che «Assofertilizzanti, non soltanto crede fortemente nella capacità del progetto di contribuire in maniera determinante alla riduzione delle emissioni di gas serra provenienti dalle coltivazioni agricole e dagli allevamenti zootecnici, a mira anche a coinvolgere direttamente le aziende associate nel progetto, in un percorso volto al raggiungimento di una sempre maggiore sostenibilità ambientale».