Fao e Irri: stimolare la produzione di riso sostenibile, adattarsi al cambiamento climatico

Priorità ad agricoltori e donne, migliorando la resilienza delle risaie

[31 marzo 2017]

La Fao e l’ International rice research institute (Irri) hanno deciso di rafforzare la loro cooperazione per sostenere la produzione sostenibile di riso nei Paesi in via di sviluppo. «L’obiettivo – spiegano Fao e Irri – è quello di migliorare la sicurezza alimentare e i mezzi di sussistenza, proteggendo allo stesso tempo le risorse naturali». L’accordo punta a mettere in comune le conoscenze scientifiche e il know-how tecnico delle due organizzazioni per permettere di ampliare la portata del loro lavoro e intensificarlo a livello mondiale.

Fao e Irri sottolineano  che «La partnership  punta prima di tutto a migliorare i sistemi sostenibili di produzione del riso sulla base dei programmi di rafforzamento delle capacità (per esempio, aiutando i governi ad elaborare e a mettere in opera delle strategie e delle politiche a livello regionale e nazionale) che vadano a profitto dei piccoli agricoltori e soprattutto delle donne».

Matthew K. Morell, direttore generale dell’Irri, ha ricordato che «Il mondo dovrà affrontare dei cambiamento molto importanti entro i prossimi decenni, per produrre abbastanza cibo e nutrire una popolazione mondiale che si avvicinerà ai 10 miliardi. Rispondere a questi problemi dipende dalle pertnership mondiali e oggi, attraverso questo protocollo d’intesa, l’Irri è orgoglioso di riaffermare il suo impegno a lavorare con la Fao per migliorare la produzione sostenibile di riso e i sistemi alimentari basandosi su una migliore sensibilizzazione, su uno sviluppo delle capacità, sulla condivisione delle conoscenze e sulle analisi fattuali e il sostegno delle politiche».

Helena Semedo, direttrice generale aggiunta Fao e coordinatrice per le risorse naturali e il cambiamento climatico, ha evidenziato che  «Con più di tre miliardi di persone che ogni giorno lo consumano in tutto il mondo, il riso è essenziale per la sicurezza alimentare mondiale. Assicurare la produzione sostenibile di risio contribuirà grandemente all’obiettivo mirante a mettere fine alla fame nel mondo. Unendosi all’Irri, che è già un nostro partner di lunga data, saremo in grado di intensificare ed ampliare i nostri sforzi verso la realizzazione di questo obiettivo».

In molti Paesi del mondo il riso è l’alimento base che permette d garantire la sicurezza alimentare mentre si osserva un aumento del consumo di cibo. Ma la produzione di riso e vulnerabile di fronte agli effetti del cambiamento climatico, che produce eventi meteorologici estremi, siccità e inondazioni.

Fao e Irri «Si impegnano a attivamente a promuovere pratiche sostenibili di produzione del riso lungo tutta la catena di valore (che include le tappe della produzione, della commercializzazione e del consumo) al fine di ottimizzare le sue proprietà nutrizionali e di farne un bene sicuro, in grado di migliorare i mezzi di sussistenza e di lottare contro la povertà, in particolare nelle zone rurali».

La Fao ha sviluppato la Regional Rice Initiative for Asia and Pacific che ha l’obiettivo di migliorare la resilienza delle coltivazioni, l’efficacia degli agricoltori e di aumentare i loro redditi. In Africa e America Latina l’Agenzia alimentare dell’Onu partecipa a una cooperazione scientifica e tecnica che incoraggia la condivisione di tecnologie e buone pratiche, in vista di migliorare la produzione e la produttività, sull’esempio della riduzione delle perdite post-raccolto e il miglioramento della qualità dei cereali.

L’Irri si è impegnato a rafforzare le capacità di tutti i protagonisti del settore risicolo grazie alle sue attività di sviluppo della capacità, in particolare attraverso la sua Sustainable rice platform e l’educazione.

La Sustainable rice platform è un’alleanza mondiale il cui obiettivo è quelo di prmuovere un utilizzo efficace delle risorse e delle pratiche sostenibili all’interno del commercio, delle operazioni produttive  e di cnsumo e nelle catene di approvvigionamento dell’industria mondiale del iso. La Sustainable rice platform ha recentemente messo a punto il primo standard  internazionale per il riso sostenibile. Attraverso questa piattaforma, l’Irri  progetta di utilizzare degli indicatori ambientali e socio-economici  per mantenere i rendimenti dei coltivatori di riso, riducendo allo stesso tempo l’impronta ambientale della coltivazione del riso e soddisfacendo i bisogni dei consumatori legati alla qualità e alla sicurezza alimentare. Allo stesso tempo, IrriI Education lavora per rafforzare le capacità locali attraverso la sua vasta rete di partner

Fao e Irri assicurano che «apporteranno insieme il loro aiuto ai Paesi produttori di riso, permettendo loro di adottare varietà di riso migliori e più adatte alle loro situazioni, di migliorare la disponibilità di sementi certificate e di sviluppare un trasferimento di conoscenze (in particolare quelle acquisite sulla gestione dei parassiti), attraverso approcci partecipativi quali quelli dei campi-scuola contadini».

Les due organizzazioni lavoreranno insieme anche per rafforzare dei partenariati sulle pratiche di manutenzione post-raccolto  e per l’assistenza agli agricoltori e ad altri produttori di riso, per valorizzare maggiormente i loro prodotti, sviluppando e commercializzando i sottoprodotti del riso ricchi di proteine e micronutrienti  e sfruttandoli in diversi modi per produrre energia,  cibo per gli animali e altri prodotti agricoli.

Inoltre Fao e Irri collaboreranno per assicurare che le agricoltrici possano usufruire in tutta sicurezza e dignità delle opportunità imprenditoriali lungo tutta la catena di valore del riso e che le condizioni di lavoro siano migliorate in tutto il settore risicolo.