Vino e olio di qualità, è la Toscana la Regione più premiata d’Italia

[15 luglio 2013]

In Toscana si produce olio extravergine di oliva e vino di alto valore qualitativo e la conferma viene anche dalla XXIIIesima edizione delle “Rassegne degustazioni nazionali di oli e vini biologici”, che si è tenuta al Centro per lo sviluppo sostenibile di Legambiente, a Rispescia (Gr), dove la nostra Regione è risultata la più premiata, con 19 riconoscimenti.

La Rassegna, divisa nello specifico in Rassegna vini nazionali bio e Rassegna oli nazionali extravergine, ha visto trionfare realtà di grande importanza dal nord al sud Italia: Dall’azienda Perlage di Farra di Soligo (TV) all’olio extravergine di oliva dell’azienda agricola Alfredo Cetrone di Sonnino (LT), passando per il Morellino di Scansano della Cantina Cooperativa Vignaioli di Scansano (GR) e arrivando fino all’azienda agricola Alberto Galluffo di Trapani (TP). Tra le eccellenze di vini e oli di tutta Italia, soltanto 48 hanno vinto il riconoscimento nazionale come migliori prodotti italiani del 2013.

Per la Rassegna vini, i partecipanti sono stati esaminati da una commissione presieduta da Giancarlo Scalabrelli, docente di Viticoltura dip. Coltivazione dell’Università di Pisa, e da un panel di esperti. La commissione ha selezionato vini bianchi, rosati, rossi giovani, rossi affinati, vini da dessert, spumanti e vini autoctoni, decretando per ogni categoria i vincitori. In totale sono stati 16 i vini premiati nell’edizione 2013, con ben 4 premi speciali che sono andati a: Bio Vio di Albenga (SV) “premio New Entry”, all’Azienda Saladini Pilastri Spinetoli (AP) “premio azienda con più vini selezionati”, all’azienda agricola Giol di San Polo di Piave (TV) “premio Fedeltà” e infine il “premio Innovazione” all’azienda agricola l’Ulif di Polpenazze sul Garda (Bs).

Gli oli extravergine d’oliva, valutati invece da un Panel in modo cieco senza conoscere la provenienza e il produttore, hanno incoronato ben 28 eccellenze su tutto il territorio nazionale. I riconoscimenti sono stati divisi in 3 sezioni (extravergine convenzionale, extravergine Dop e/o Igp, extravergine biologico) e, a loro volta, in 3 categorie per sezione.

Per partecipare alla prossima all’edizione delle Rassegne degustazioni, la numero XXIV, scrivere a rassegne@festambiente.it.