Ancora allerta meteo, dopo l’Emilia il maltempo arriva in Toscana

[23 gennaio 2014]

L’Italia centrale continua a essere nel mirino del meteo avverso, che arriva a infierire su una situazione già molto critica. Non si contano gli allagamenti e le frane che hanno interessato in questi giorni il territorio toscano, e oggi arriva un nuovo avviso di criticità dalla Soup, la sala operativa unificata permanente della Regione Toscana, che mette in allarme in cittadino dalle 17 di oggi fino alle 12 di sabato 25 gennaio 2014.

Il timore è che la situazione possa ulteriormente peggiorare con l’arrivo di nuove, forti piogge, replicando scene drammatiche più volte vissute nel passato e oggi già presenti a pochi chilometri dai confini regionali, oltre l’appennino. Lo stesso ministro dell’Ambiente, infatti, ha appena comunicato che «sta monitorando costantemente la situazione relativa all’alluvione che ha colpito l’Emilia e soprattutto la zona del modenese. Il ministro è in continuo contatto con i parlamentari della zona, con le istituzioni locali e in particolare con il presidente della regione Errani e l’assessore Gazzolo, tutti impegnati in prima linea nell’affrontare l’emergenza causata dall’esondazione del fiume Secchia. Nei prossimi giorni il ministro, che in queste ore con sta seguendo con Palazzo Chigi l’iter dei provvedimenti necessari a dare risposta ai danni causati dal maltempo, effettuerà un sopralluogo nelle zone colpite».

I toscani mostrano solidarietà ai cugini d’oltreappennino, capendo bene la loro situazione avendola spesso provata sulla propria pelle, e intanto incrociano le dita. Temi critici come quello della tutela del territorio e del dissesto idrogeologico che avanza si sollevano soltanto (purtroppo) nei casi d’emergenza, ma davvero nessuno si augura una nuova dimostrazione pratica dei rischi che questi si portano con sé.

I fenomeni previsti dal Soup sono piogge e temporali dal pomeriggio di oggi fino alla mattinata di domani, con particolare riferimento alle zone costiere e dell’arcipelago toscano (Cecina, Cornia e Isole) e dell’entroterra sud: Bruna, Albegna e Fiora. La sala operativa avverte che, a causa delle piogge dei giorni scorsi e del terreno già intriso di acqua, i fenomeni temporaleschi previsti a partire dal pomeriggio di oggi potranno dare luogo ad allagamenti nelle aree depresse, tracimazioni di canali e incapacità di denaggio della rete fognaria nei centri urbani. Possibilità di tracimazioni di corsi d’acqua nelle aree vicine agli alvei e possibile innesco di frane e smottamenti.

Dalle 15 di venerdì e fino alle 12 di sabato l’allerta riguarda il vento e comprende tutta la Toscana. I venti sono previsti forti da nord-nord est con raffiche di burrasca più frequenti sui rilievi e nelle aree esposte. Ulteriori dettagli e consigli sui comportamenti da adottare, a seconda del rischio, si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana, accessibile a questo indirizzo: www.regione.toscana.it/allertameteo