Alberi monumentali, finalmente operative le sanzioni che li tutelano

E il 21 novembre è anche la loro “festa”

[19 novembre 2014]

Questa volta non si può dire che politica e burocrazia non siano state tempestive: alla vigilia della Festa degli alberi  è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il  Decreto interministeriale sugli alberi monumentali, che Ermete Realacci, presidente della Commissione ambiente della Camera, definisce «Uno dei più importanti tra i decreti attuativi della Legge n.10 del 2013 per gli spazi verdi urbani». Secondo Realacci con la pubblicazione del  decreto «Vengono definiti in modo univoco i requisiti per la qualifica di albero monumentale e diventano finalmente operative le sanzioni contro chi danneggia questo prezioso patrimonio comune. Con multe dai 5 mila ai 100 mila euro, salvo che il fatto non costituisca reato. Nei criteri di ‘monumentalità’ ci sono, invece, la maestosità e la longevità dell’esemplare, la forma e il portamento, se l’esemplare abbia “testimoniato” a avvenimenti storici o culturali, e ancora il valore ecologico relativo alla presenza faunistica che su esso si insedia. Il medesimo decreto fissa inoltre al 31 luglio 2015 il termine entro il quale i comuni italiani, coordinati dalle regioni, dovranno realizzare il censimento degli alberi monumentali presenti nel loro territorio, censimenti che confluiranno in un elenco nazionale».

Il presidente della commissione Ambiente della Camera sottolinea che «E’ un bel modo per festeggiare il prossimo 21 novembre la prima Giornata nazionale degli alberi, istituita grazie alla legge per lo sviluppo degli spazi verdi urbani e dedicata proprio agli alberi monumentali. Tra i punti qualificanti della legge per gli spazi verdi urbani, inoltre, c’è anche l’istituzione del bilancio arboreo, strumento grazie al quale i sindaci dei comuni sopra i 15 mila abitanti devono rendere noto agli elettori prima delle elezioni il saldo tra il numero di alberi trovati e quello degli alberi da loro piantumati».

Per la Festa dell’Albero del 21 novembre in tutta Italia sono in programma più  di 500 iniziative in per la difesa e la tutela del verde urbano e Legambiente, che le organizza insieme a scuole e cittadini, ricorda che «Fin dai tempi più antichi all’Albero e ai boschi veniva attribuita una grande importanza, erano considerati dei luoghi sacri e le più antiche dimore dei numi. Eppure oggi sembra essersi persa questa lunga tradizione legata agli alberi»

L’obiettivo della festa dell’Albero, che ha il patrocinio del ministero dell’ambiente, è quello di unire e sensibilizzare il Paese sui temi della difesa e la tutela del verde urbano ed al Cigno Verde spiegano che «Gesto simbolico di questa edizione 2014, che accompagnerà le tante piantumazioni di nuovi alberi e le iniziative in programma, sarà quello di abbracciare un albero, proprio venerdì 21 novembre alle ore 12.00. Un modo per ricordare che le piante sono i polmoni della Terra, sono un bene comune di inestimabile valore per la salute dell’uomo e per l’equilibrio ambientale, oltre che un elemento qualificante del tessuto urbano e dell’aggregazione sociale. L’abbraccio “green” sarà rilanciato anche sui social network condividendo la propria foto con #abbraccialo e #festadellalbero».

Il 21 novembre e o per  tutto il fine settimana, «Verranno piantati centinaia di giovani alberi per rendere le città più verdi e vivibili e sottrarle al degrado – dicno gli ambientalisti – soprattutto nei territori dove il verde rischia di sparire sotto al cemento e il rischio idrogeologico è diventato una minaccia ad ogni pioggia».  Un’iniziativa appoggiata da numerosi personaggi del mondo della cultura, dello sport e della musica che hanno deciso di fare da testimonial abbracciando un albero,  come Mauro Corona, Alberto Bianco, Eugenio Finardi, Alessio Sakara, Gianmaria Testa, Tessa Gelisio, Erri de Luca, Igiaba Scego, Martin Castrogiovanni.

Legambiente evidenzia che «La Festa dell’albero sarà un’occasione per accendere i riflettori sul patrimonio nazionale di biodiversità, ma anche sulla questione delle alberate stradali extraurbane e delle fasce boschive laterali che rischiano di scomparire dal patrimonio paesaggistico italiano».

Per ulteriore informazioni su tutte le iniziative in programma per la Festa degli alberi: http://www.legambiente.it/contenuti/campagne/festa-dellalbero-2014