Alta scuola di turismo ambientale nel Parco dell’Appennino Tosco Emiliano

“Buoni turismi per una buona crescita” a Castelnovo ne’ Monti dal 13 al 18 aprile

[31 marzo 2015]

Dopo il successo dei primi due corsi realizzati nelle Cinque Terre e della  preziosa esperienza svolta lo scorso dicembre in Sardegna, a Posada, torna il nuovo appuntamento con l’Alta Scuola di Turismo Ambientale (ASTA), l’iniziativa di formazione per entrare in contatto con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale realizzate nei territori di eccellenza e raccontate dalla viva voce dei protagonisti.

L’appuntamento di aprile di ASTA, si terrà all’interno del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, nel suggestivo scenario di Castelnovo ne’ Monti, tra la Pietra di Bismantova e i Gessi Triassici della valle del Secchia. Base logistica del corso sarà l’Agriturismo il Ginepro, gestito dall’omonima cooperativa sociale che opera per l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Il presidente Fausto Giovanelli ha sottolineato che «Il Parco Nazionale ha voluto cogliere l’opportunità offerta da Legambiente di ospitare la sessione 2015 dell’Alta Scuola di Turismo Ambientale – imprimendo al corso una particolare connotazione. Abbiamo, infatti, voluto introdurre nel programma un ciclo di lezioni da svolgersi direttamente nel territorio della Bismatova. Incontri esperenziali che richiedono una partecipazione attiva e per questo li abbiamo denominati “Laboratori Primavera a Bismantova”. L’idea è quella di un inserimento diretto nel territorio, introducendo i partecipanti, ‘dal vivo’, nella costruzione di una nuova offerta turistica attorno a un paesaggio e a un monumento, la Pietra, con la particolarità dei suoi usi e dei suoi valori: dall’agricoltura all’alpinismo, dall’archeologia al “paesaggio alimentare”,  dalla letteratura alla religione. I laboratori saranno così un esempio concreto che si unirà agli appuntamenti accademici proposti dalla scuola di Legambiente».

La formazione ASTA presenterà una combinazione di esperienze e laboratori che si terranno sia sul territorio, sia in aula. Insieme a docenti esperti e a numerose testimonianze autorevoli si cercherà di comprendere e far emergere il mix di azioni e strategie necessarie per un corretto sviluppo dei territori e di immaginare e realizzare prodotti e servizi turistici sostenibili.

Il corso, rivolto a quanti vogliono perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale, prenderà il via lunedì 13 aprile e si concluderà sabato 18 aprile. Governance, creazione del prodotto turistico e promo-commercializzazione saranno gli argomenti che verranno affrontati durante gli otto giorni di corso.

Sebastiano Venneri, presidente di Vivilitalia, ricorda che «Per i partecipanti ad Asta abbiamo selezionato le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale, raccontate dalla viva voce dei protagonisti Si tratta di un’esperienza unica nel nostro Paese che mette a disposizione dei partecipanti un’offerta formativa di livello in un settore, quello del turismo ambientale, di grande prospettiva occupazionale».

Alle tre precedenti edizioni di ASTA hanno partecipato, per ognuno dei corsi, 30 studenti provenienti da tutta Italia. Durante gli otto giorni di lavoro dei percorsi formativi si sono alternati ai cinque docenti d’aula numerosi testimonial, rappresentanti di imprese, associazioni e istituzioni, locali e nazionali, che hanno portato le loro esperienze e si sono confrontati con la classe. Anche il quarto corso avrà un approccio fortemente esperienziale. Sono in programma uscite ed escursioni in loco, occasioni per conoscere in prima persona i luoghi, le persone e gli altri elementi che caratterizzano un territorio come quello inscritto nel Parco dell’Appennino Tosco Emiliano. Le esperienze diventeranno quindi oggetto di rielaborazione teorica e le docenze in aula permetteranno di affrontare i temi legati alla governance dei territori e della costruzione e promo-commercializzazione dei prodotti di turismo ambientale legando in questo modo l’esperienza alla teoria e viceversa.

Il corso è rivolto a laureandi e laureati, funzionari di amministrazioni pubbliche, manager, esperti in pianificazione ambientale e del territorio, operatori di settore e piccoli imprenditori locali.

E’ previsto un numero massimo di 30 partecipanti. Ultimi posti disponibili.

Segreteria organizzativa – Vivilitalia  (Lucia Soccorsi – 06/862681 – 06/86268384)