Ancora misteriosi boati al largo all’Elba. Due forti “scosse” sentite sull’isola

Un fenomeno che si ripete da tempo nel Santuario dei Cetacei

[6 aprile 2016]

Montecristo isola

Allarme nell’Elba occidentale per due forti scosse precedute da boati e la Protezione Civile dell’Elba Occidentale dice di aver «ricevuto conferma dall’istituto geofisico toscano della registrazione del sismografo posizionato alle Caviere (nel Comune di Campo nell’Elba, ndr) di due tracce monocromatiche.(quindi si esclude una scossa sismica, alle ore 10.58 e una 11,07) La natura dei boati è ancora di natura sconosciuta».

A quanto pare le esplosioni sarebbero avvenute a largo di Montecristo e, come le precedenti,  in una “fascia” individuata tra i 20 metri al di sotto e al di sopra della superficie marina, ma più probabilmente a livello del mare.

Il tremore provocato si sarebbe sentito in tutta l’Elba sud-occidentale ma anche a Nord, nel promontorio dell’Enfola.

La natura dei boati resta sconosciuta, ma già negli anni passati Legambiente aveva espresso preoccupazioni per un fenomeno che avviene in pieno Santuario internazionale dei mammiferi marini Pelagos e che potrebbe avere forti ripercussioni sui cetacei e l’altra fauna marina.  Negli anni passati si erano notate strane coincidenze tra alcuni boati e la presenza di  navi della Nato, ma non sembra che nell’area interessata oggi dal fenomeno siano presenti navi militari.