Animal Help, il nuovo sito di Legambiente dedicato agli animali

Domestici o selvatici, d’affezione o da reddito, uno strumento utile per chi ha a cuore il mondo animale

[23 novembre 2017]

Una famiglia italiana su tre vive con un animale da compagnia – cani e gatti, tartarughe o pesci, conigli e criceti – altri ne incontriamo al parco oppure nelle campagne e Legambiente ricorda che « I cambiamenti climatici in corso hanno favorito poi la diffusione di uccelli tropicali e nuove specie aliene nelle città, arricchendo questa convivenza sempre più stretta tra umani e animali. Una convivenza spesso bellissima ma che in mancanza di regole certe e corretta informazione può diventare anche faticosa e deludente».

Per questo il Cigno Verde ha deciso di realizzare www.legambienteanimalhelp.it il  nuovo sito dell’associazione ambientalista dedicato a tutti gli animali, che «Vuole essere uno strumento alla portata di tutti per vivere al meglio questa esperienza». A Legambiente spiegano che «Sull’home page troviamo i dati aggiornati su anagrafe canina, gatti sterilizzati, aree cani e cani liberi controllati nel nostro paese: quattro contatori, in continuo aggiornamento, su 4 argomenti importanti per un buon rapporto con gli animali e poi tante sezioni dedicate agli animali domestici (di affezione, equidi domestici e da reddito) e agli animali selvatici (mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, pesci, invertebrati) con informazioni generali e utili domande frequenti. Inoltre, AnimalHelp, sarà il primo sito italiano dove trovare migliaia di contatti di Regioni, Comuni e Associazioni utili ai cittadini che hanno bisogno di aiuto per animali, domestici o selvatici, in difficoltà».

Non tutti gli animali hanno la fortuna di vivere in luogo accogliente, per questo sul sito alla voce “Adotta” è possibile selezionare una opzione per contribuire alla felicità di un animale meno fortunato, proponendosi per una adozione concreta di un cane, un gatto, un cavallo o di piccoli animali abbandonati o in difficoltà; se si è ancor più generosi, ci si può offrire per un affido temporaneo per quegli animali, spesso oggetto di maltrattamenti, che si trovano in attesa di sistemazioni definitive presso famiglie o luoghi protetti, oppure si può collaborare al benessere degli animali ospiti delle strutture di ricovero con una donazione per sostenere i costi per i trasporti, le cure sanitarie, l’alimentazione e la ricerca attiva di un adottante o un affidatario. Azioni che Legambiente metterà in campo insieme ai propri Circoli locali e alle tante realtà che vedono volontarie e volontari quotidianamente impegnati in difesa degli animali, offrendo a tutti il supporto e l’ausilio di un network nazionale dedicato.

La presidente di Legambiente, Rossella Muroni, evidenzia che  «Garantire il benessere animale vuol dire garantire una migliore qualità della vita anche a tutti i cittadini non solo perché, come è stato ampiamente dimostrato, dalla relazione con un pet ognuno può trarre benefici psichici e fisici, ma anche perché una città in grado di offrire aree dedicate ai cani o adeguati spazi per la gestione organizzata dei gatti liberi, oppure una normativa chiara sulla gestione degli animali sui mezzi pubblici, è evidentemente un luogo più vivibile, grazie a una amministrazione attenta ai bisogni di tutti. Nel nostro Paese le politiche e i servizi per gli animali sono troppo disomogenee e c’è molto da migliorare anche in tema di informazione e sensibilità. Animal Help sarà la vetrina delle migliori pratiche locali da replicare e il megafono delle situazioni critiche da risolvere, non solo rispetto agli animali domestici, ma anche per quelli d’allevamento definiti animali da reddito e per le specie selvatiche che abbiamo il dovere di gestire con competenza e rispetto delle caratteristiche etologiche».

Ogni giorno in Italia le Forze dell’ordine registrano 20 infrazioni contro animali con 16 o più persone denunciate e 7 sequestri effettuati; per combattere concretamente zoomafie e bracconieri, Legambiente in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e in partnership con l’Ente Nazionale per la Cinofilia Italiana, ha dato vita alla Scuola di Alta Formazione Antibracconaggio, prima e unica scuola italiana a promuovere tecniche già adottate con successo all’estero per il contrasto del bracconaggio di specie animali selvatiche simbolo della conservazione della natura, come l’elefante e il rinoceronte in Africa (per iscrizioni: http://www.legambienteanimalhelp.it/safa/).

Per tutti inoltreil sondaggio in homepage utile a raccogliere le opinioni dei cittadini sulle condizioni degli animali in città e le politiche messe in campo dalle amministrazioni per il loro benessere.

Ci vogliono solo due minuti per rispondere alle 10 semplici domande e contribuire così a far sentire la voce dei tanti che vogliono migliorare l’accoglienza e la gestione degli animali nelle nostre città.