Avvistate due balenottere comuni al largo dell’Isola d’Elba

I due cetacei tenuti sotto controllo dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Portoferraio

[12 ottobre 2018]

Mentre parte dello sversamento di idrocarburi causato dalla collisione delle due navi al largo della Corsica e dell’Arcipelago Toscano è ormai arrivata di fronte alle coste liguri, dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Portoferraio  arriva la segnalazione di un suggestivo avvistamento di due balenottere comuni (Balaenoptera physalus) che ci fa ricordare quali siano i rischi che corre questa area di Mare compresa nel Santuario internazionale dei mammiferi Pelagos e vicino ad aree marine protette corse e dell’Arcipelago Toscano. I finanzieri raccontano che «Durante una consueta missione di polizia del mare e di sorveglianza nell’ambito del Protocollo Operativo di Intesa stipulato con l’Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano, l’equipaggio della Vedetta della Guardia di Finanza si è imbattuto in due esemplari di balenottere comuni di grandi dimensioni, al largo dell’Isola d’Elba (LI)».

La Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Portoferraio sottolinea che «Per oltre un’ora i finanzieri hanno monitorato i due cetacei, anche per evitare eventuali e pericolosi incroci con le rotte commerciali nella zona dell’avvistamento, che si trova all’interno del Santuario dei Cetacei».