Ecco le 20 spiagge regine dell’estate 2014

[1 agosto 2014]

E’ Cala degli Infreschi la più bella tra le spiagge d’Italia 2014. Il comune cilentano di Camerota si conferma, dunque, per il secondo anno consecutivo vincitore de “La più bella sei tu”, il contest di Legambiente lanciato sul web per eleggere la spiaggia più bella dell’estate.  La spiaggia regina è raggiungibile via mare o facendo trekking attraverso i sentieri immersi nella macchia mediterranea e secondo chi l’ha votata «Rappresenta una delle insenature di particolare fascino e straordinaria valenza naturalistica della costa tirrenica meridionale. Una naturale insenatura ad arco delimitata da scogliere rocciose con un mare limpidissimo e dalle diverse tonalità». Nelle scorse settimane Camerota si è aggiudicata anche le 4 Vele de “Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014” di Legambiente e del Touring Club, «Per aver saputo valorizzare in modo lungimirante il proprio patrimonio paesaggistico e culturale». Proseguendo questo percorso, a settembre, il paese ospiterà la prima edizione di Festambiente all’ariAperta, uno degli ultimi nati tra gli ecofestival di Legambiente. Tre giorni di festa – dal 18 al 21 settembre – che diventeranno l’occasione per sottolineare l’importanza dello sport e delle attività all’aria aperta come modalità di fruizione sostenibile e piacevole di luoghi preziosi come Camerota.

Il sondaggio stila un elenco di perle costiere tra le quali è davvero difficile scegliere: dalla bella Punta Aderci di Vasto alla Spiaggia della Scalea in Calabria. Éremiate anche le Dune di Sabaudia e la Baia del Silenzio a Sestri Levante in Liguria. Gli amanti della Sardegna possono trovare tre spiagge meravigliose in provincia di Nuoro: Cala Mariolu, Cala Luna e Bidderosa. Anche Bosa in provincia di Oristano si distingue con la bellissima Compoltitu. In Sicilia, oltre alla famosissima Spiaggia dei Conigli di Lampedusa, ci sono  Cala Faraglione a Levanzo e, sempre nel trapanese, le calette della Riserva dello Zingaro. Nell’Arcipelago Toscano si distinguono la spiaggia della Cannelle, all’Isola del Giglio, e quella di Sansone, a Portoferraio, all’Isola d’Elba, mentre sulla costa Colle Lungo, nel Parco della Maremma.  Nel Salento la preferita è Porto Selvaggio, con la sua fitta vegetazione e le aree di interesse paleontologico, ma c’è anche Marina di Pescoluse. Sempre in Puglia, nel foggiano, molti apprezzamenti per la Baia delle Zagare. Nelle Marche la più bella è la spiaggia di Mezzavalle, ad Ancona. In Campania, oltre alla vincitrice, entra nella lista delle preferite dal popolo della rete anche Palinuro con la spiaggia di Buondormire.

Secondo Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente, «Anche quest’anno con La più bella sei tu abbiamo voluto far emergere quali sono le spiagge del cuore degli italiani. In alcuni casi si tratta di aree di diffuso interesse, altri sono posti difficili da scovare e da raggiungere. Ogni luogo ha la sua peculiarità, ma tutti si distinguono per la loro bellezza. Abbiamo infatti deciso di porre l’accento sull’elemento estetico, anche perché spesso la qualità paesaggistica è il risultato di un’attenta conservazione, ottima tutela ambientale e legalità».

Legambiente ha selezionato le spiagge incrociando le preferenze del popolo web – che per oltre due mesi ha potuto votare la sua spiaggia sul sito e la pagina Facebook dell’associazione – con i dati de “Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014”I risultati ottenuti sono stati confrontati con il parere di una giuria di esperti.

Angelo Gentili, responsabile nazionale Legambiente Turismo, conclude: «Con La più bella sei tu abbiamo premiato e valorizzato alcune delle spiagge che rappresentano veri e propri tesori dal punto di vista turistico e paesaggistico: tutte bellissime, alcune più selvagge ed esclusive, altre più accessibili e popolari, ma tutte in grado di raccontare una parte importante della bellezza del nostro Paese. L’invito che facciamo agli amministratori che saranno premiati il 16 agosto a Rispescia (Gr), nell’ambito della 25esima edizione di Festambiente, il festival nazionale di ecologia, solidarietà e bellezza di Legambiente – conclude Gentili – è di mantenere il giusto equilibrio tra fruizione e conservazione di questi luoghi incantevoli e unici, preservandoli con cura all’insegna della sostenibilità».