Calabria: partono i lavori di bonifica dell’area archeologica “Antica Kroton”

[7 agosto 2013]

Via libera ad un importante intervento di bonifica e riqualificazione nel Sud del Paese. E’ stato sottoscritto oggi a Roma, tra il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, unitamente al ministero dello Sviluppo Economico, al ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ed alla Regione Calabria, l’Accordo di programma quadro concernente il “Recupero e la valorizzazione dell’Area Archeologica Antica Kroton”.

Quest’area d’intervento, ubicata in prossimità del polo chimico-industriale Pertusola-Montedison, è attualmente in stato di abbandono. Secondo studi ed indagini di laboratorio, le emissioni inquinanti prodotte dalla lavorazioni eseguite nella vicina area industriale hanno inoltre fortemente contaminato il terreno di metalli raggiungendo anche i resti dell’Antica Kroton.

Quindi di particolare rilievo sono gli l’interventi riguardanti la bonifica dell’area archeologica ricompresa all’interno del sito di interesse nazionale di “Crotone-Cassano e Cerchiara”, con un costo complessivo  previsto di  4 milioni e 700 mila euro.

La bonifica dell’area restituirà il territorio alla fruibilità pubblica ed è propedeutica alla realizzazione delle ulteriori attività individuate dal Progetto. Infatti l’intesa si attua attraverso la realizzazione di altri 3 specifici interventi: lo scavo archeologico e il restauro, la realizzazione di un Parco Archeologico e realizzazione di un Teatro virtuale e di un Museo multisensoriale.

La copertura finanziaria dell’intervento complessivo, pari a 65 milioni di euro, è assicurata dalle risorse stanziate dalla Delibera Cipe n. 62 del 3 agosto 2011.