Capraia, si punta al recupero agricolo dei terreni della ex colonia penale

Appaltati i lavori per la sistemazione della strada da parte della Provincia di Livorno

[20 agosto 2014]

A Capraia c’è solo una breve strada asfaltata che collega il porto e il paese, ma l’isola dell’Arcipelago Toscano è percorsa da numerosi sentieri e strade sterrate: ora la Provincia di Livorno ha appaltato i lavori per la sistemazione della vecchia strada dell’ex colonia penale nell’Isola di Capraia e sottolinea che «l’intervento, aggiudicato alla Cooperativa Terra Uomini e Ambiente di Castelnuovo di Garfagnana (LU) con un ribasso su base d’asta del 7,28%, si riferisce alla realizzazione di opere per il  controllo dell’erosione superficiale lungo le strade vicinali dell’Ovile e della Mortula. Il progetto prevede la sistemazione del fondo stradale, la regimazione delle acque, la riduzione della vegetazione nelle aree di pertinenza e il ripristino di alcuni muretti a secco presenti lungo il percorso. Il costo complessivo degli interventi, al netto della ribasso, è di 310.000 euro, finanziato con risorse comunitarie del Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013».

Per i lavori di sistemazione del fondo stradale, nella parte di sterrato, sarà riutilizzato il materiale in loco, evitando così di trasportare inerti dal continente. Il percorso interessato dai lavori è quello che dalla chiesina del porto si collega al sentiero naturalistico al limite del versante occidentale, attraversando in parte il territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, e l’intervento consentirà di mettere in sicurezza la vecchia strada, non manutenuta da una trentina di anni, per scongiurare dissesti idrogeologici già presenti in alcuni tratti del percorso e favorire la fruizione del versante settentrionale dell’isola, coperta dalla gariga mediterranea e con numerosi terrazzamenti, ricordo dell’epoca della colonia penale agricola.

L’assessore provinciale all’agricoltura, Paolo Pacini, conclude: «La Provincia è riuscita a chiudere l’assegnazione dei lavori, garantendo l’avvio di un importante intervento su un’ isola dove turismo e attività agricole stanno riprendendo forma”  La sistemazione della strada consentirà, infatti, di rendere maggiormente accessibili alcune zone e di recuperare i terreni dell’ex colonia penale. I terrazzamenti presenti, facenti parti oggi degli usi civici gestiti dal Comune di Capraia, che ha condiviso pienamente il progetto, potrebbero essere ripristinati in modo da attivare coltivazioni compatibili con il territorio e sviluppare una microeconomia agricola su questo versante dell’isola».