Colombia: il rifugio amazzonico dei delfini di fiume diventa sito Ramsar (FOTOGALLERY)

I Lagos de Tarapoto riconosciuti come zona umida di importanza internazionale

[19 gennaio 2018]

Il presidente della Repubblica della Colombia, Juan Manuel Santos,ha ufficialmente istituito il sito Ramsar dei Lagos de Tarapoto, nel dipartimento di Amazonas, che così diventa la prima zona umida Ramsar di imprtanza internazionale dell’Amazzonia colombiana.

La cerimonia della firma dei documenti istitutivi si è tenuta nel municipio di Puerto Nariño e il ministro dell’ambiente e sviluppo sostenibile della Colombia, Luis Gilberto Murillo, ha ricordato che «il complesso delle zone umide di Tarapoto è un sistema di circa 30 laghi che ospita un’enorme biodiversità che comprende più di 883 specie di piante, 244 di uccelli, 201 di mammiferi – tra i quali il delfín rosado – 176 di pesci, 57 di anfibi e y 30 di rettili».

La classificazione è avvenuta grazie a un accordo con le comunità indigene Ticuna, Yagua e Cocama, di etnia Ticoya, che apre la possibilità di una gestione conservativa e sostenibile della regione e che, secondo  il ministero dell’ambiente produrrà anche «opportunità in materia di alimenti, medicina ancestrale, costruzioni, ornamenti, cerimonie e rituali socioculturali».

I Lagos de Tarapoto sono la nona zona umida Ramsar della Colombia e Murillo è convinto che «La sua designazione e la cooperazione internazionale per finanziare il progetto di conservazione della biodiversità  in questo ecosistema contribuiranno alla protezione delle risorse naturali»

Il Wwf Colombia, sottolinea che «Questo riconoscimento è il risultato di più di 10 anni di lavoro comune ta Wwf Colombia, La Fundación Omacha e il ministero dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, tra le altrre organizzazioni». Per  Mary Lou Higgins, direttrice del Wwf Colombia, «E’ un grande passo avanti nella conservazione di ecosistema di acqua dolci strategici a livello mondiale. E’ anche un’opportunità per garantire l’habitat di specie prioritarie come i delfini di fiume, Questo passo nella conservazione dell’Amazzonia fa parte degli sforzi del Programa Amazonas Norte».

Le acque di Lagos de Tarapoto si estendono su un’area di più di 40.000 ettari, creando ecosistemi incredibilmente ricchi di biodiversità e Fernando Trujillo, direttore della Fundación Omacha, spiega che «Si tratta di uno dei principali rifugi dei delfini di fiume nell’Amazzonia (Inia geoffrensis – Inia o delfino delle Amazzoni, ndr). Tarapoto funziona come un “vivaio” per i delfini ed è un logo chiave per i loro cuccioli. Inoltre, è un sito di riproduzione di pesci e  la pesca sostiene le 22 comunità indigene che abitano l’area».

Questa gigantesca zona umida amazzonica colombiana ha una grande importanza mportanza ecologica perche ci vivono specie a rischio di estinzione come il caimano nero (Melanosuchus niger), il pirarucú (Arapaima gigas) il lamantino del Rio delle Amazzoni (Trichechus inunguis) e il giaguaro (Panthera onca). Ma questo tesoro naturale è messo a rischio da potenziali minacce come la sovra-pesca, l’estrione di materie prime e legname, la caccia e il turismo. Gli ambientalisti sono convinti che «La sua designazione come sito Ramsar crea enormi opportunità per ridurre queste minacce attraverso una migliore pianificazione del territorio con le comunità locali».

Il Wwf Colombia sottolinea che «A differenza di molti siti Ramsar, Lagos de Tarapoto se trova in un’area o indigena. Le 22 comunità indigene che vivono lì sono dipese per generazioni dalla pesca e più recentemente dal turismo. Con la nuova designazione si cerca di aumentare le alternative per le comunità locali e di consolidera il processo di ordinamento della pesca, che è stato appoggiato dal Wwf insieme ai pescatori locali, per un uso più responsabile delle risorse, attraverso il Programa Amazonas Norte. Uno dei grandi vantaggi di un sito Ramsar è che aiuta a incrementare la cooperazione internazionale per il finanziamento di progetti di conservazione in accordo con le becessità delle comunità».

Lilia Java, una leader indigena della regione, conclude: «La designazione dei Lagos de Tarapoto come sito Ramsar è un’opportunità per rafforzare, proteggere e conservare le nostre risorse naturali, culturali e sociali».