Continua a sorprendere la foca monaca nell’alto Adriatico

[12 dicembre 2013]

In Istria una foca ha dormito per tre giorni e tre notti consecutive sotto la stretta sorveglianza operata dal Gruppo Foca Monaca italiano e croato tramite una speciale web-cam.

Il giorno 3 dicembre alle ore 14,42 una femmina adulta di foca monaca è entrata nella grotta situata nella parte più meridionale dell’Istria dove è attiva una speciale web-cam controllata via Internet dal sito del Gruppo Foca Monaca Italia.

La foca ha mantenuto la stessa posizione fino alle ore 20,15 del 6 dicembre: un totale di circa 80 ore consecutive durante le quali l’animale è rimasto praticamente immobile.

Grazie alle immagini che la web-cam fornisce al server del Gruppo Foca Monaca ogni quindici minuti, riprodotte poi in rapida successione, si rilevano i movimenti della respirazione e alcuni piccoli spostamenti delle pinne caudali.

Secondo Emanuele Coppola, responsabile del Gruppo Foca Monaca Italia e ideatore del progetto di video sorveglianza, questo nuovo dato conferma un’ipotesi che speriamo presto di validare in via definitiva.

L’ipotesi è che le foche monache vivano i mesi invernali in una sorta di stato semi letargico e proprio questa loro ridotta vitalità le spinga a cercare delle grotte-tana dove trascorrere lunghe giornate in uno stato di torpore.

Un comportamento che ancora una volta sembra confermare il parallelismo nel modo di vivere con un altro grande carnivoro delle nostre regioni: l’orso bruno.

Proprio come per quest’ultimo anche per la foca monaca il periodo di scarsa attività coincide con la possibilità per le femmine di dare alla luce i loro piccoli e accudirli per alcune settimane, ben nascoste nelle loro grotte-tana.

La mattina del 7 dicembre, approfittando della momentanea assenza della foca, la Dottoressa Jasna Antolovic, responsabile del Gruppo Foca Monaca Croazia, ha potuto compiere un breve sopralluogo per ispezionare il giaciglio della foca e raccogliere imprtanti reperti, come i resti di prede rigurgitate.

Poche ore dopo la foca è nuovamente entrata nella sua grotta-tana, dove prosegue ininterrotto il monitoraggio live.

Grazie alla collaborazione della CEMultimedia che finanzia tutta l’operazione, è stata in questi giorni attivata una pagina al seguente:

URL http://www.cemultimedia.it/home/ambiente/progett-2/24-webcam-foca-monaca

dove chiunque potrà osservare in diretta la presenza della foca monaca in grotta.

Gruppo Foca Monaca