Continua la mattanza degli ibis eremita, un altro impallinato

Durante la migrazione autunnale verso la Toscana il 25% degli esemplari è già stato abbattuto

[16 novembre 2016]

ibis-5

Una degli ultimi ibis eremita ancora in rotta da nord verso la Toscana, battezzata Luna, è stata colpita da un unico pallino di piombo in un campo aperto a dieci chilometri dal Parco Natura Viva di Bussolengo, unico partner italiano del progetto LIFE+ “Reason for hope” per la reintroduzione dell’ibis eremita.

Trasferita d’urgenza nella stessa clinica di Bolzano in cui si trova anche Thor, ibis già colpito a fucilate il 5 ottobre scorso in provincia di Grosseto, Luna verrà sottoposta ad intervento chirurgico già nelle prime ore di questa mattina. «Ci vorranno alcuni mesi di degenza e di immobilità totale – spiega Camillo Sandri, veterinario e direttore tecnico del Parco Natura Viva – ma speriamo in buone probabilità che la prossima primavera Luna possa riunirsi al gruppo che migra verso l’Austria per la stagione mite».

Luna e Thor, che condivideranno una degenza forzata, sono gli unici 2 ibis ancora in vita – sottolineano dal Parco – dei 5 esemplari colpiti negli ultimi 70 giorni. Gli altri tre sono morti. La migrazione autunnale non è ancora terminata, poichè due esemplari già in Toscana devono ancora riunirsi al gruppo di Orbetello. Ma l’attuale bilancio è già gravissimo: è stato abbattuto il 25% degli ibis eremita impegnati nella migrazione autunnale dalle aree di riproduzione a nord delle Alpi verso l’area di svernamento in Toscana.