Dalla Maremma a Milano, con FestambientExpo

[1 giugno 2015]

bandiera Legambiente

Si svolgerà dal 5 al 7 giugno ad Expo presso Cascina Triulza dove ha sede il Padiglione della Società Civile, FestambientExpo l’iniziativa promossa da Legambiente col tema “Tornare alla terra per seminare futuro” per sottolineare l’importante ruolo dell’agricoltura di qualità e delle buone pratiche ambientali e sociali di fronte alle sfide future. Un’edizione speciale di Festambiente: tre giorni di incontri, degustazioni guidate, laboratori per bambini, dibattiti e conferenze, sulla tradizione dei territori, l’enogastronomia e le risorse naturali e culturali tipiche del Belpaese.

All’interno di FestambientExpo, Legambiente porterà un pezzo di Maremma per raccontare la bellezza del nostro territorio e la qualità dei suoi prodotti. Ci saranno i Comuni della Provincia di Grosseto premiati direttamente all’Expo con le Vele di Legambiente a rappresentare la qualità del mare e l’importanza di un distretto, quello maremmano, sempre più rappresentativo. Presente anche il Parco naturale della Maremma, vero e proprio epicentro di una bellezza incontaminata che ogni anno attira sempre più persone da tutta Italia. Si parlerà anche di come migliorare la coesistenza tra il lupo e le attività zootecniche nella provincia di Grosseto, con la presentazione dei dati del progetto europeto Life+ Medwolf, e dell’importanza di risparmiare un bene prezioso come l’acqua grazie all’Acquedotto del Fiora.

Anche le aziende maremmane saranno protagoniste nella vetrina dell’Expo, componendo il gruppo degli Ambasciatori del territorio (agricoltori che producono nel rispetto del patrimonio ambientale, sociale e culturale), con i quali Legambiente ha condiviso l’esperienza del Treno Verde 2015, e che racconteranno le esperienze più virtuose, con particolare attenzione alle attività educative per i più  piccoli, dedicate soprattutto agli stili di vita sostenibili, agli orti urbani e sociali. E poi ci saranno i prodotti della Maremma, che saranno degustati durante gli eventi in programma, grazie alla collaborazione delle seguenti aziende: Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano, Soc. Coop Agricola La Selva, La Poderina Toscana, Caseificio Sociale Manciano, Società Agricola Cooperativa, Caseificio Il Fiorino, Agriturismo Il Duchesco, Azienda Agrobiologica Le Tofane, e  Subissati srl.

«Con FestambientExpo realizzato non a caso nel padiglione della società civile – commenta Angelo Gentili, responsabile nazionale Legambiente Turismo – vogliamo anche portare in vetrina la bellezza della Maremma dando voce alla qualità del territorio, dei prodotti, delle aziende e dei suoi soggetti principali presentando l’agricoltura sostenibile e la filiera corta. Sarà un’edizione speciale di Festambiente, che si terrà quest’anno dal 7 al 16 agosto a Rispescia. Vogliamo realizzare per tre giorni la nostra cittadella ecologica, solidale, della partecipazione e della mobilitazione. L’Expo  rappresenta, nonostante le numerose contraddizioni (troppo cemento inutile, sottrazione di campi coltivati, presenza di prodotti industriali)  un’occasione unica e  irripetibile per parlare al mondo di  salute dei cittadini, stili di vita in campo alimentare e nuovo modello  agricolo che non può essere prigioniero degli interessi delle multinazionali del cibo globalizzato e degli ogm».

Si parte venerdì 5 giugno con inaugurazione alla presenza di Barbara Degani, sottosegretario all’Ambiente, Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale Legambiente e Sergio Silviotti, presidente Fondazione Triulza. A seguire la presentazione “Il mare più bello” – la Guida Blu 2015, con la premiazione dei Comuni 5 Vele di Legambiente e Touring Club alla presenza degli amministratori delle eccellenze costiere e lacustri del panorama nazionale. Sabato 6 giugno premiazione con degustazione dei migliori vini biologici e biodinamici alla presenza di Vittorio Cogliati Dezza, Ermete Realacci presidente Commissione Ambiente della Camera, Luca Sani presidente Commissione Agricoltura della Camera, Vincenzo Vizioli presidente Aiab,Carlo Triarico presidente Associazione Agricoltura Biodinamica. Nel pomeriggio appuntamento con La terra che vogliamo: esperienze virtuose per un’agricoltura di qualità libera dalle mafie e dagli eco-reati, saranno presenti Rossella Muroni direttrice nazionale Legambiente, Enrico Fontana direttore nazionale Libera, Gian Carlo Caselli, presidente Comitato scientifico Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura-Coldiretti, Beppe Croce responsabile Agricoltura Legambiente, Gaetano Pascale presidente Slow Food Italia, Lucio Cavazzoni presidente Alce Nero. FestambientExpo chiuderà domenica 7 giugno con una giornata realizzata in collaborazione con Federparchi dedicata alle Aree Protette con i suoi prodotti e le esperienze degli Ambasciatori del Territorio di Legambiente.

di Festambiente