Ecoalberghi elbani e rifiuti, incontro positivo con Parco Nazionale, Esa e Legambiente

Convenzuione Parco-Cfs per un elicottero operativo

[21 febbraio 2014]

Il Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Giampiero Sammuri insieme al Presidente dell’Elbana servizi ambientali, Ilio Pisani, a Umberto Mazzantini, del Direttivo nazionale di Legambiente Arcipelago Toscano e al Direttore dell’Associazione albergatori Edmondo Papi,  hanno  incontrato stamani i rappresentanti degli Ecoalberghi.

In una nota il Parco spiega che «L’incontro si inserisce nelle attività previste dal protocollo  sugli Ecoalberghi, un nucleo di 20 aziende che rappresentano la componete verde delle strutture ricettive elbane,  premiate quest’anno alla Bit di Milano. L’obiettivo dell’incontro quello di mettere a punto con Esa buone pratiche nello smaltimento dei rifiuti e nella raccolta differenziata e nel compostaggio e di trovare soluzioni nuove alle esigenze delle strutture ricettive».

L’incontro è stato produttivo ed ha evidenziato la disponibilità degli eco-alberghi e di Esa  ad attivare forme di collaborazione  per migliorare l’informazione sulle modalità di conferimento dei rifiuti Sarà attivata una formazione ad hoc per il personale alberghiero e saranno individuati referenti di Esa per un stabilire un filo diretto per le strutture che hanno bisogno di chiarimenti specifici per le necessita di smaltimento di rifiuti speciali.

Pisani ha sottolineato «L’importanza del corretto conferimento dei rifiuti solidi e del compostaggio   e la necessita di campagne di informazione specifiche per eliminare al massimo errori nel conferimento sottolineando anche la necessita che i Comuni si diano una regolamentazione omogenea. Ci sono infatti ancora persone che credono che la differenziazione sia inutile e che i rifiuti, qui all’Elba,  seppure differenziati siano alla fine del ciclo conferiti di nuovo tutti insieme per  mancanza di accordi adeguati».

Sammuri ha apprezzato «Lo spirito di collaborazione e la volontà delle aziende a fare sempre meglio e la disponibilità di Esa a migliorare la comunicazione ai cittadini e alle aziende sui servizi attivi».

Stamani Sammuri ha incontrato anche il reparto elicotteristi del Corpo Forestale dello Stato per firmare  una convenzione apposita con la direzione regionale del Cfs grazie alla quale  il Parco avrà a  diposizione  per le attività operative  un elicottero che decollando  da Cecina  potrà  essere utilizzato per le necessita del Parco.

L’Ente Parco fa alcuni esempi di utilizzo dell’elicottero: «Per l’ antincendio, per voli di ricognizione per valutazione rischio idrogeologico sulle isole dell’Arcipelago, per il monitoraggio del territorio insulare e dell’ambiente marino, per la ricerca scientifica e la ricerca di immissioni inquinanti in ambito terrestre e nelle acque costiere, per il monitoraggio dello stato di salute della vegetazione arborea».