Elba, i volontari ripuliscono la spiaggia del Ghiaieto

Via 80 sacchi di rifiuti dalla costa del Parco Nazionale. Legambiente: «Non buttate il polistirolo in mare»

[7 settembre 2015]

Ghiaieto 7

Il 6 Settembre un gruppo di volontari organizzato da Legambiente Arcipelago Toscano, al quale hanno partecipato soci del Circolo del Cigno Verde isolano, i partecipanti al campo di volontariato delle dune di Lacona e diversi turisti, hanno tolto 44 sacchi da 100 litri di rifiuti dalla spiaggia del Ghiaieto, un tratto di costa selvaggia caratterizzata da grandi massi, poco frequentata anche nel pieno della stagione estiva, che si estende nel territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (Elba), subito dopo la frequentatissima spiaggia di Laconella, nel Comune di Capoliveri.

In due interventi precedenti realizzati dai ragazzi del campo di volontariato e da un gruppo di turisti erano stati tolti  dal quel tratto di costa 36 sacchi di rifiuti, in tutto gli interventi di pulizia hanno eliminato dalla spiaggia un’ottantina di grandi sacchi pieni soprattutto di polistirolo e bottiglie di plastica, ma anche due grossi bidoni, pezzi di rete, ferraglia, vetro, bombolette, vetroresina…

«Grazie a tuti quelli che hanno partecipato e a chi ci ha segnalato questa discarica diffusa nel territorio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano – dice Federica Andreucci, responsabile del Campo di volontariato delle dune di Lacona –  La presenza di così tanto polistirolo, in gran parte cassette per i pesci, è preoccupante, perché si degrada, si “sfarina” e si disperde nell’ambiente, finendo anche nello stomaco dei pesci e di altri organismi marini. In alcuni punti, soprattutto dove erano ammassati tronchi e rami portati dal mare, abbiamo scavato in vere e proprie miniere di polistirolo».

Anche Maria Frangoni, presidente di Legambiente Arcipelago Toscano, è rimasta impressionata dalla quantità di rifiuti accumulati sulla spiaggia del Ghiaieto: «Abbiamo tolto quasi tutto ma non certo tutto, anche perché abbiamo finito i sacchi. La spiaggia non veniva pulita da anni e i rifiuti portati dal mare sono tantissimi. Il polistirolo si è infilato dappertutto, in mezzo ai grandi sassi che formano la spiaggia e tra la vegetazione, risalendo la foce del fosso che sbocca sulla costa. Le mareggiate invernali purtroppo porteranno altri rifiuti, Legambiente pensa di fare al Ghiaieto l’Operazione spiagge e fondali puliti prevista per maggio 2016, intanto speriamo che finisca la barbara usanza di gettare in mare le cassette di polistirolo che non possono più essere utilizzate. Sarebbe un bel passo avanti per il mare e le coste del nostro Arcipelago».

Videogallery