L’elefante arrabbiato attacca mamma ippopotamo: eccezionali foto dall’Africa

[25 novembre 2013]

Il Daily Mail ha pubblicato una serie eccezionale di foto che documentano un attacco di un elefante ad un ippopotamo, cioè a quello che è considerato l’animale più pericoloso ed irascibile dell’Africa e che con i suoi attacchi improvvisi fa più vittime umane di qualsiasi altro mammifero.

L’incredibile sequenza è stata fotografata il 10 novembre dal fotografo naturalista Rian Van Schalkwyk, nella Erindi Private Game Reserve vicino a Windhoek, la capitale della Namibia.

L’elefante ha caricato una femmina di ippopotamo che cercava di difendere il suo cucciolo che era finito troppo vicino  al pachiderma intento a mangiare.

L’elefante è uscito dai cespugli dopo che da uno stagno erano usciti una ventina di ippopotami per pascolare, all’inizio sembrava tutto tranquillo ma poi l’elefante si è cominciato ad innervosire per la troppa confidenza che si stavano prendendo gli ippopotami ed ha cominciato ad agitare le orecchie per avvertirli di non avvicinarsi ulteriormente. Quando la mamma elefante si è interposta tra il suo cuccuiolo e l’elefante quest’ultimo ha deciso di passare alle maniere forti e l’attaccata capovolgendola e facendola rotolare con facilità, nonostante una femmina di ippopotamo pesi intorno a 1,5 tonnellate.

Mamma e figlio sono i riusciti a raggiungere lo stagno dove si erano precipitosamente rifugiati anche gli altri ippopotami, che però non li hanno voluti vicini e li hanno allontanati dal branco.

La cosa non è servita a calmare l’arrabbiatissimo elefante che si è esibito in una serie di finte cariche contro gli ippopotami e poi è entrato nello stagno ed ha attaccato i coccodrilli che stavano prendendo il sole sulle sponde.

Il terribile gigante se ne è andato solo dopo aver fatto un prolungato bagno di polvere, così la calma è tornata anche tra gli ippopotami che per un giorno si sono dovuti guardare da uno più irascibile e prepotente di loro.