Gara di motocross nel Parco dell’Arcipelago Sammuri risponde a Report

Il percorso non era stato autorizzato dal Parco. In corso una indagine dei Carabinieri-Forestali

[9 maggio 2017]

Nella puntata del seguito programma di informazione “Report”, andata in onda su RaiTre lunedì 8 Maggio, è stato trasmesso un servizio sui parchi naturalistici italiani, una sorta di carrellata che si apriva con le immagini del Parco dell’Arcipelago Toscano, al quale la redazione del “Magazine” riservava accenti piuttosto critici, in particolare in relazione ad una gara motoristica transitata all’interno dell’area protetta.

A caldo il Presidente del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano,. Giampiero Sammuri ha pubblicato sulla sua pagina Facebook una reazione che riteniamo interessante proporre ai nostri lettori:

«Stasera ho visto un servizio di Report sui parchi Italiani, hanno intervistato molte persone, ma non il sottoscritto, anche se sono il Presidente della Federparchi l’associazione che rappresenta i parchi italiani. Niente di male, sono state sentite, tra le altre, anche persone che lavorano tutti i giorni nei parchi e che conoscono i problemi.

Quello che mi è sembrato singolare è che su alcuni parchi hanno fatto vedere, giustamente, alcune belle cose che stanno realizzando ed invece sul parco nazionale dell’arcipelago toscano hanno fatto vedere una gara di motocross rappresentandola come una problematicità quasi quotidiana, omettendo peraltro di dire che le riprese si riferiscono ad un tratto di percorso che non era stato autorizzato dalla Direttrice del Parco e per l’utilizzo del quale è in corso una indagine dei Carabinieri-Forestali su segnalazione del parco stesso.

Che il parco non abbia il regolamento che deve normare precisamente la circolazione dei mezzi a motore è vero ed è grave che non lo abbia dopo 21 anni dalla sua istituzione. Io ho potuto cominciare a lavorarci quando ho avuto il consiglio costituito 2 anni fa e conto di farlo adottare entro luglio. Capisco che si poteva fare anche nei 19 anni precedenti e se questo è il senso, la critica è giusta».

di Sergio Rossi – Elbareport