Riceviamo e pubblichiamo

La Giornata mondiale della biodiversità e le isole italiane secondo il ministro Galletti

[22 maggio 2014]

«Le isole italiane custodiscono un tesoro di biodiversità unico al mondo. Le aree protette marine sono un inestimabile patrimonio naturalistico e culturale su cui l’Italia ha il dovere di puntare per il suo sviluppo in chiave sostenibile». È quanto afferma il ministero dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, in occasione della giornata mondiale sulla Biodiversità,  che quest’anno è dedicata alla protezione degli spazi insulari dei mari e degli oceani. Tra le competenze del ministero dell’Ambiente vi è infatti la conservazione e la valorizzazione delle 27 aree marine protette italiane, oltre la metà delle quali proteggono ambiti insulari, attuata attraverso un’intensa attività di monitoraggi e interventi su 22.443 ettari di mare e 652 km di costa.

«Gli importanti risultati ottenuti in questi anni dall’Italia per la difesa della diversità biologica, fra i quali si annovera ad esempio il ritorno della foca monaca e le politiche attive avviate per la protezione della ‘posidonia oceanica’ e delle specie prioritarie pongono il nostro Paese – spiega Galletti – come guida in ambito europeo nella tutela degli ambienti e degli ecosistemi marini. Parliamo di tutte quelle iniziative volte a garantire l’equilibrio della nostra preziosa biodiversità da cui dipende anche la sicurezza alimentare e la lotta ai cambiamenti climatici».

«Il governo – conclude Galletti – intende proseguire con decisione nel suo impegno di contrasto alla perdita di biodiversità, proprio perché ritiene la difesa e la valorizzazione della straordinaria diversità biologica italiana un elemento imprescindibile per il rilancio del Paese».

di ministero dell’Ambiente