Grave atto intimidatorio contro il presidente del Parco nazionale Foreste Casentinesi

Recapitata a Luca Santini una lettera con minacce di morte e proiettili: «Difendere la legge ha un prezzo»

[15 febbraio 2018]

Oggi il presidente del Parco Nazionale delle Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna, Luca Santini è stato oggetto di un gravissimo atto intimidatorio.

In un comunicato dell’Ente Parco si legge che « Una mano ignota ha depositato su una scrivania dell’ente di gestione dell’area protetta una lettera contenente minacce di morte e due proiettili di arma da guerra. La comunicazione allegata, in una grafia malcerta conteneva questo testo: “Sei uno sbirro. Difendere la legge ha un prezzo. Sei un uomo morto!!!” Immediatamente allertati gli agenti dei Carabinieri Forestali del Parco, è intervenuta una equipe specializzata del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Bibbiena. Tutti i reperti sono stati inviati al RIS di Roma per gli accertamenti del caso.

La nomina di Santini, avvenuta con Decreto Ministeriale n. 197 del 21 Giugno 2013, era stata criticata per il suo passato di amministratore comunale e di cacciatore, ma proprio atti come questo dimostrano che la sua attività di presidente del Parco è avvenuta e avviene nel pieno rispetto della legge. Preoccupa, visto anche altre notizie che provengono da altri Parchi, che si cerchi di indebolire la funzione delle Aree protette e di intimidire che svolge onestamente e nel pieno rispetto della legge il proprio mandato. Il brutto e confuso clima politico che stiamo vivendo sembra dar fiato alle forze peggiori della società, che vedono nei Parchi uno degli ultimi ostacoli da abbattere prima di avere mano libera nel sacco del territorio e delle risorse. E chiedere condoni e prospettare un “addolcimento” di pene e vincoli fa il giooco di che scrive che «Difendere la legge ha un prezzo»,

La redazione di greenreport.it esprime tutta la sua solidarietà al presidente  Luca Santini e a tutto lo staff  del Parco Nazionale delle Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna e a chi difende la legge e l’ambiente.