Greenways, tutte le strade (verdi) portano in Maremma

Al via il progetto che riguarda più di 700km di percorsi all’interno di aree protette

[13 marzo 2014]

Un progetto per individuare, tracciare e mappare una rete di strade e sentieri cicloturistici che mettano in collegamento le aree protette della Maremma toscana (riserve naturali, parchi, Sir, biotopi e alberi monumentali). Si tratta di Greenways, un progetto presentato oggi nel capoluogo maremmano e realizzato dalla Provincia in collaborazione con l’Associazione Fiab-Grossetociclabile, che ha per oggetto un complesso sistema di percorsi, in gran parte strade bianche, infrastrutture viarie secondarie e ferrovie dismesse, per uno sviluppo complessivo di oltre 700 km.

Lo scopo del progetto è quello di favorire forme di mobilità alternativa non motorizzata, la cosiddetta mobilità dolce, che riguarda, oltre ovviamente all’utilizzo della bicicletta, anche il turismo equestre e il trekking. Quindi un concetto di mobilità in linea con una forma di turismo maggiormente rispettoso dell’ambiente e del paesaggio, che valorizza il patrimonio storico-naturalistico ed enogastronomico del territorio e che va incontro ad una sempre crescente domanda sia da parte dei residenti che dei turisti, italiani e stranieri. Inoltre, le Greenways permetteranno di ampliare l’offerta turistica della Maremma, anche in funzione di una maggiore destagionalizzazione.

Il progetto ha visto la partecipazione attiva dell’Associazione Fiab-Grossetociclabile, che è stata incaricata di testare sul campo i percorsi selezionati dall’Ufficio Aree Protette della Provincia di Grosseto, attraverso un accurato e complesso lavoro di verifica della “ciclabilità” delle “vie verdi”. I volontari dell’associazione, infatti, in sella alle loro mountain bike e muniti di gps e taccuino, hanno percorso le greenways, per rilevarne i tracciati, le caratteristiche (asperità, tipologia del fondo, tipologia di strada, ecc.) e le peculiarità (siti di interesse naturalistico, paesaggistico e storico).

Sono intervenuti il presidente della Provincia di Grosseto, Leonardo Marras, l’assessore all’Ambiente, aree protette e polizia provinciale, Patrizia Siveri, il dirigente dell’Area sviluppo rurale e turismo, Fabio Fabbri, il presidente dell’associazione Fiab – Grosseto ciclabile, Angelo Fedi, il referente di Legambiente Grosseto, Fabio Tognetti, il professionista incaricato, Davide Melini.