I contributi toscani per il patrimonio zootecnico soggetto a predazione

[13 giugno 2014]

La Regione Toscana ha stanziato contributi per la realizzazione di opere di prevenzione per la tutela del patrimonio zootecnico soggetto a predazione e la Provincia di Grosseto informa che «Con il contributo sarà possibile realizzare stalle o ricoveri per gli animali, recinzioni metalliche o elettriche e sistemi di allerta o sorveglianza. Infine, sarà possibile acquistare e addestrare cani idonei alla custodia». La misura di tutela fa parte del Piano Agricolo Regionale e prevede l’erogazione di fondi regionali.

Le opere di prevenzione saranno oggetto di contributo solo in caso abbiano i requisiti previsti dal regolamento, potranno infatti beneficiarie dei contributi le aziende agricole «Gestite da soggetti dotati di sufficienti conoscenze e competenze professionali attestabili dal possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale (Iap) o dall’iscrizione nel registro delle imprese come imprenditori agricoli o piccoli imprenditori coltivatori diretti, unitamente all’effettivo esercizio delle attività di allevamento di animali». La domanda per il contributo dovrà essere presentata entro il 30 settembre 2014 alla Provincia di Grosseto o alla Comunità Montana competente.