In 15 anni la deforestazione può trasformare lo Zambia in un deserto

300.000 ettari sono disboscati ogni anno per farne legna da ardere

[11 luglio 2013]

Secondo la Global Climate Change Initiative di UsaAid, «lo Zambia rischia di trasformarsi in un deserto entro i prossimi 15 anni se non verranno ridotti gli attuali livelli di deforestazione».

L’agenzia Usa per lo sviluppo internazionale dice che «lo Zambia fa parte dei primi 10 Paesi al mondo ad aver ampiamente contribuito alla produzione di gas serra a causa della deforestazione».

Secondo il giornale Daily Nation, in questo Paese africano l’80% della popolazione rurale dipende dal legname per cucinare e scaldarsi e questo provoca una deforestazione che si attesta in media in 300.000 ettari all’anno.

Cifre confermate da Anna Toness, a capo del team della Global Climate Change Initiative di UsaAid: «Lo Zambia dispone di circa 50 milioni di ettari di foreste delle quali 300.000 ettari sono disboscati ogni anno e, se la deforestazione continua, il Paese non avrà più foreste entro il prossimi 15 anni».

Intervistata dal  Daily Nation, la Toness ha ricordato che «lo Zambia contribuisce fortemente al global warming. Una delle più grandi fonti delle emissioni di gas serra del mondo è la deforestazione ed il degrado dei suoli. La domanda di carbone della crescente popolazione urbana è enorme, il che aggrava la deforestazione nel Paese».

Lo Zambia è uno dei 9 Paesi in via di sviluppo leader della United Nations Collaborative initiative on Reducing Emissions from Deforestation and forest Degradation (Un Redd). Intervenire per mitigare il cambiamento climatico in Zambia è vitale: l’attuale tasso di deforestazione pone il Paese al quarto posto al mondo per la più grande zona disboscata.

All’interno della Global Climate Change Initiative, Usaid/ Zambia sta aiutando lo Zambia a sviluppare e attuare una strategia nazionale per la riduzione delle emissioni di gas serra causate dalla deforestazione e dal degrado forestale. Le attività di Usaid/Zambia Climate Change puntano a rafforzare i progetti pilota dell’Un-Redd  nella Eastern Province dello Zambia per combattere la deforestazione.