Gentili: «Ruolo importantissimo nella gestione faunistica dell’area pre-Parco»

Inaugurata la nuova Zpm della Maremma. 171 ettari di area protetta a Rispescia (Fotogallery)

Zona strategica per la migrazione dell’avifauna tra costa, Uccellina e l’entroterra maremmano

[8 aprile 2015]

E’ stata inaugurata oggi nel Centro nazionale di Legambiente a Rispescia, con una escursione/festa che ha visto protagonisti i bimbi,  la “Zona di protezione lungo le rotte migratorie” (Zpm), istituita dalla Provincia di Grosseto con l’approvazione del Piano faunistico venatorio provinciale. La nuova Zpm della Maremma è un’area di 171 ettari, nel territorio del Comune di Grosseto, d’importanza strategica per la migrazione dell’avifauna, visto che rappresenta una zona di passaggio obbligatorio tra la linea di costa, i Monti dell’Uccellina e i primi rilievi collinari dell’entroterra maremmana. L’area è  un mosaico di zone agricole aperte, da coltivazioni, e pascoli, con a presenza di alcune piante provviste di cavità idonee alla nidificazione dell’avifauna. Un monitoraggio dell’area ha rilevato la presenza, tra gli altri, di assiolo, poiana, upupa, sparviero, balestruccio, tordo bottaccio, biancone e nibbio reale, oltre a mammiferi, rettili e anfibi e molte altre specie di uccelli.

Oltre alla presentazione del pannello informativo, che illustra ai visitatori le specie presenti nella Zpm e le rotte migratorie a livello internazionale, è stata anche inaugurata l’area con il taglio del nastro che darà il via anche ad attività naturalistiche come escursioni, laboratori didattici e avvistamenti in strutture dedicate che valorizzeranno ulteriormente l’intera area durante tutto l’anno.

Secondo  Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente e responsabile nazionale di Legambiente Turismo, «L’inaugurazione della Zpm ha un ruolo importantissimo nella gestione faunistica dell’area pre-Parco, e qualifica maggiormente il nostro Centro nazionale, dove ogni anno centinaia di studenti, turisti e gruppi organizzati svolgono attività di educazione ambientale, turismo sostenibile e attività scientifiche. Stimolare la popolazione locale a prendersi cura del territorio e a conoscere gli aspetti più importanti a livello naturalistico è un’occasione vogliamo proporre a tutti i cittadini».

All’inaugurazione della Zpm di Rispescia, oltre a Gentili, hanno partecipato anche Arsenio Carosi, assessore alla mobilità del Comune di Grosseto; Massimo Machetti, responsabile settore conservazione Provincia di Grosseto; Luciano Monaci, presidente Atc Gr7; Claudio Del Re,presidente Ente terre regionali toscane;  Lucia Venturi, presidente del Parco regionale della Maremma.