Riceviamo e pubblichiamo

Incontro di una delegazione degli Amici del Padule di Fucecchio con il Presidente Rossi

[28 febbraio 2018]

Gli Amici del Padule di Fucecchio hanno incontrato il Governatore della Toscana Enrico Rossi per consegnargli le firme raccolte a sostegno del Centro di Ricerca del Padule di Fucecchio.

Le firme riguardano due appelli: uno porta la sottoscrizione di 733 insegnati di istituti scolastici di un vasto comprensorio (province di Pistoia, Firenze, Lucca e Pisa) che hanno avuto esperienze di didattica con il Centro; l’altro è stato firmato da una cinquantina di personalità dell’ambientalismo e della cultura. A sottoscrivere questo secondo appello sono state figure di rilevo come Grazia Francescato, Giorgio Nebbia, Fulco Pratesi, Adriano Prosperi, Marcello Buiatti, Paolo Rumiz, Giovanna Ricoveri, Giovanni Falaschi, Carlo Alberto Graziani ecc.

Entrambi gli appelli richiamano l’impegno profuso in quasi 30 anni di vita dell’associazione  nei molteplici ambiti di attività per tutelare e promuovere la natura e la cultura del comprensorio del Padule di Fucecchio e dintorni.  In essi si auspica l’individuazione in tempi brevi di una soluzione strutturale per mettere fine alle difficoltà economiche che negli ultimi anni hanno creato notevoli difficoltà al Centro RDP, fino a mettere in pericolo il servizio di rilevanza pubblica che esso svolge.

“Si è trattato di un incontro importante per informare il Presidente riguardo all’esperienza  del Centro, considerato una struttura d’avanguardia da quanti si occupano in modo professionale di biodiversità e di gestione di aree protette”, ha commentato Simona Petrassi, Presidente dell’associazione Amici del Padule di Fucecchio.

Il Presidente Rossi ha preso atto di questa realtà ed ha espresso l’impegno ad approfondire e ricercare una soluzione, riconoscendo la necessità di garantire risorse  da destinare  alla tutela e valorizzazione delle aree protette, della biodiversità e del patrimonio storico e culturale del comprensorio considerato, attraverso il lavoro professionale di tecnici ed esperti  e il supporto di personale volontario. Il Presidente ha inoltre condiviso l’idea di impostare una gestione unitaria per aree e comprensori omogenei.

Della delegazione degli Amici del Padule di Fucecchio facevano parte il presidente e vice-presidente dell’associazione, alcuni insegnanti, alcune guide ambientali, l’ex-presidente della Provincia di Pistoia Aldo Morelli e Carlo Galletti, esperto di aree-protette ed ex-amministratore del Centro.

di Amici del Padule di Fucecchio