Isola di Capraia, verso un protocollo d’intesa Regione Parco, Comune Arpat, Irpet e Cnr

Un progetto pilota per valorizzare e riqualificare l’isola toscana

[22 giugno 2017]

La Regione Toscana ha annunciato l’avvio di «Un progetto pilota per la riqualificazione e la valorizzazione ambientale, turistica, infrastrutturale e produttiva dell’Isola di Capraia» per il quale è già al  lavoro insieme ad Arpat, Irpet, Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, Cnr e al Comune di Capraia «per mettere a punto una strategia per il rilancio dell’isola, che dovrà sfociare, nei prossimi mesi, in un protocollo d’intesa».

Tra ieri e oggi, una delegazione della Regione, di cui facevano parte il consigliere del presidente Gianfranco Simoncini, dirigenti e tecnici dei settori interessati (ambiente, attività produttive, lavoro, infrastrutture, cultura), di Arpat, Irpet, Toscana Promozione Turistica e Cnr, ha partecipato ad una serie di incontri istituzionali e di lavoro a Capraia, il Comune con meno abitanti della Toscana. L’isola è la terza per grandezza dell’Arcipelago toscano (19 Km2i), conta una popolazione residente di 415 abitanti, che in estate arrivano ad  oltre 2.000, con più di 20.000 presenze turistiche complessive all’anno

In una nota la Regione sottolinea che «I temi affrontati sono stati quelli legati ad agricoltura, pesca, turismo, patrimonio culturale, usi civici, difesa del suolo, tutele a terra e mare».

Un comunicato della regione fa un resoconto delle due giornate di lavoro e riflessione d sui problemi e le opportunità di questa magnifica isola più vicina alla Corsica che alla costa toscana: «La delegazione ha fatto visita, il 21 giugno alla ex colonia penale, ed alle attività agricole che si sono insediate in questa parte dell’isola insieme al sindaco di Capraia Gaetano Guarente e all’assessore Marida Bessi.   Oltre ai tre direttore regionali Caporale, Ferrari e Scalacci erano presenti rappresentanti dell’Irpet e del CNR, tra cui Antonio Raschi direttore dell’Istituto di biometeorologia di Firenze. Questa mattina si è svolto un sopralluogo al complesso della Chiesa e del Convento di Sant’Antonio nel quale, dopo il recupero della facciata sostenuto anche da un finanziamento regionale, è in corso il restauro,  da parte dell’Associazione Amici di Sant’Antonio, dell’altare mentre tutta la parte del convento è da ristrutturare. Si sono poi svolti due incontri nella sala Consiliare, prima con il Sindaco e con i consiglieri comunali, poi anche con gli imprenditori economici dell’isola, per un esame congiunto delle principali priorità di intervento per l’isola.
L’impegno assunto, con un apprezzamento forte da parte dell’amministrazione comunale, è di lavorare per poter stipulare con la presenza del presidente Enrico Rossi il protocollo entro inizio ottobre».