La Guardia di Finanza ferma un’imbarcazione nel mare protetto di Pianosa

Scortata fuori dalla zona di mare vietata, rischia 1.000 euro di multa

[13 ottobre 2017]

Nel corso di una missione di polizia economico-finanziaria in mare, nelle acque dell’Arcipelago Toscano, la vedetta V. 2060 della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Portoferraio ha individuato un’imbarcazione da diporto, battente bandiera italiana, in navigazione all’interno dell’area marina protetta circostante l’Isola di Pianosa.

La zona marina tutelata si estende sino ad un miglio di distanza dalla costa di Pianosa, entro la quale scatta il divieto assoluto di accesso, navigazione, sosta ed ancoraggio per qualsiasi imbarcazione da diporto e da pesca, nonché di immersione e balneazione, salvo le deroghe disciplinate dall’Ente Parco dell’Arcipelago Toscano.

L’imbarcazione fermata è stata quindi scortata fuori dalla zona di mare interdetta ed al proprietario è stata contestata una sanzione amministrativa che va da € 200 fino a € 1000.

L’attività si inquadra nella vigilanza delle acque marine protette circostanti le isole dell’Arcipelago Toscano, di cui al Protocollo Operativo d’Intesa sottoscritto il 12 ottobre tra l’Ente Parco dell’Arcipelago Toscano ed il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno, in relazione al ruolo di Polizia del mare attribuito alla Guardia di Finanza.

Guardia di Finanza, Reparto operativo aeronavale di Livorno