Riceviamo e pubblichiamo

La Regione Toscana sui parchi inciampa ancora troppo

[4 dicembre 2017]

Ora abbondano anche le classifiche per  vedere e capire come vanno le cose sull’ambiente. In Toscana forse è preferibile rifarsi ai fatti e alle situazioni concrete specie in questo momento. Prendiamo i parchi. Quando si dovette rinnovare la presidenza di San Rossore – Parco regionale – si scomodarono addirittura le correnti del Pd per cambiare cavallo.

Per rinnovare a presidenza del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscana carico di problemi chiave irrisolti  in molti chiedemmo una franca discussione per capire cosa non era ormai più irrimandabile a partire dalle competenze sull’area protetta marina. Silenzio di tomba con annuncio a sorpresa pochi giorno fa che era stato deciso tutto a Roma con l’avallo silente della Regione.

Ora è di turno il Parco regionale delle Apuane, da 7 mesi commissariato da un presidente di cui in molti da tempo chiedevano e chiedono la sostituzione. Nel caso qualcuno l’avesse dimenticato l’Apuane è il Parco delle cave e altri problemini del genere. Polemiche a bizzeffe anche sul piano nazionale e ora la notizia che sarà confermato Putamorsi. Insomma abbiamo buone le regionali, in più d’un caso da soli rispetto alle altre regioni, ma quando arrivi alle decisioni politiche spesso la barca fa acqua. Se poi alle elezioni perdiamo voti di chi sarà la colpa?

Le opinioni espresse dall’autore non rappresentano necessariamente la posizione della redazione