La straordinaria raganella dell’Ecuador con l’artiglio che sconcerta gli scienziati (VIDEO)

Trovata durante una spedizione su un altipiano andino, è già a rischio estinzione a causa di una miniera

[8 Gennaio 2019]

Lo studio “A new treefrog from Cordillera del Cóndor with comments on the biogeographic affinity between Cordillera del Cóndor and the Guianan Tepuis (Anura, Hylidae, Hyloscirtus)” pubblicato su ZooKeys da un team di ricercatori della Pontificia Universidad Católica del Ecuador, rivela l’esistenza di una “nuova” specie di raganella con caratteristiche uniche, come un artiglio allungato, del quale non si conosce la funzione.

La spedizione scientifica durata due settimane serviva a studiare la fauna di una montagna della  cordillera del Cóndor de los Andes de la raganella è stata scoperta vicina a due fiumi che attraversano una piccola foresta.  Uno dei ricercatori, Alex Achig, spiega che è stato difficile identificarle: «I fiumi avevano acqua scura e le raganelle erano sedute lungo le loro rive, su rami e arbusti marroni, di colore simile a quello delle raganelle, si mimetizzavano con i dintorni».

Le analisi genetiche e morfologiche hanno dimostrato che l’anfibio appartiene a una specie prima sconosciuta e che è stata chiamata Hyloscirtus hillisi, in onore di David Hillis, lo scienziato che negli anni ’80 ha scoperto tre raganelle dello stesso genere e che ha dato un enorme contributo alla conoscenza dei m.

I ricercatori ecuadoriani spiegano che l’anfibio «Si caratterizza per una colorazione marrone scura, con macchie arancio brillanti contrastanti». Ma quello che ha sorpreso di più gli erpetologi è «Una straordinaria struttura allungata, simile a un artiglio, ubicata alla base del pollice». Secondo i ricercatori potrebbe servire alla raganella per proteggersi dai predatori e/o per combattere contro i gli altri maschi.

Achig spiega che la rana è stata scoperta su un habitat montano in gran parte inesplorato nelle Ande orientali: «Per raggiungere l’altopiano  abbiamo camminato per due giorni lungo un terreno ripido. Poi, tra il sudore e l’esaurimento fisico, siamo arrivati ​​all’altopiano dove abbiamo trovato una foresta nana».

La raganella Hyloscirtus hillisi appena scoperta è già in pericolo di estinzione a causa dell’attività mineraria su grande scala di una compagnia cinese in corso vicino a quello che sembra il suo minuscolo areale.  La distruzione degli habitat nella regione è stata recentemente documentata dalla ONG  Amazon Conservation.

Videogallery

  • Meet Hillis Torrent tree frog