Il lago papera dell’ecomostro di Procchio [FOTOGALLERY]

[24 aprile 2014]

Finalmente abbattuto l’ecomostro di Procchio, simbolo di “Elbopoli” e delle mani di cemento sull’Isola d’Elba, rispunta quello che gli ambientalisti ribattezzarono “lago papera”, a dimostrazione di quanto quell’area, dove qualcuno vorrebbe nuovamente ricostruire, è sottoposta ad allagamenti – e non solo in occasione di alluvioni come quelli del 2002 e del 2011.

Il laghetto che sorge tra promontori e isolotti delle macerie dell’ecomostro è già diventato il paradiso di rane, rospi e raganelle, e sembra purtroppo destinato a diventarlo anche per le zanzare.

Il livello del nuovo “lago papera”, che non accenna a diminuire nonostante le scarse precipitazioni delle ultime settimane, è la chiara dimostrazione di quanto sia stato modificato e occluso il reticolo di smaltimento delle acque nella piana di Procchio, e di quanto sia fragile e da mettere in sicurezza un’area che resta a forte rischio idrogeologico e nella quale sfogano tre corsi d’acqua.

Una messa in sicurezza che deve avvenire ripristinando l’equilibrio precedente, e  non sostituendo cemento con cemento.