Vivono solo sul Monte Kaputar, in Australia

Le incredibili lumache rosa shocking a rischio global warming

[13 novembre 2013]

Le lumache generalmente strisciano sul terreno senza attirare molta attenzione, ma la lumaca rosa ha scelto (apparentemente) un’altra strategia: quella di essere ben visibile con la sua tonalità shocking e dimensioni abbastanza ragguardevoli, visto che può raggiungere gli 8 centimetri di lunghezza.

Il problema è che è molto difficile incontrarla, a meno che non si sia sulle pendici del monte Kaputar, in Australia, che raggiunge l’altezza di  1,508 metri. Per questo il lumacone rosa shocking non è stato molto studiato e addirittura non  ha ancora nemmeno un nome scientifico, anche se si crede che sia imparentato, probabilmente una sottospecie, con la lumaca dal triangolo rosso (Triboniophorus graeffei).

Le lumache rosa passano il giorno nascoste tra le radici degli alberi di eucalipto sui quali si arrampicano la notte, quando la loro vistosa colorazione è inutile, per mangiare i licheni che crescono sulla corteccia. Gli unici loro predatori conosciuti sono le lumache carnivore terrestri che con la loro bocca armata raschiano letteralmente pezzi di lumaca rosa.

Ma questi pacifici animali hanno un nemico ben più insidioso che minaccia anche il loro predatore. L’Australia in epoche remote era ricoperta dalla foresta pluviale, poi si è trasformata in gran parte in un’isola/continente arida e desertica, invece il Monte Kaputar ha mantenuto il suo habitat subalpino, nel quale la lumaca rosa è solo una delle molte specie endemiche. Ma oggi tutti questi endemismi sono a rischio dal cambiamento climatico.

Michael Murphy, un ranger del National Parks and Wildlife Services dell’Australia, non nasconde la sua preoccupazione ma ha anche una speranza: «Questo significa che le azioni intraprese da parte delle persone in tutto il mondo per combattere i cambiamenti climatici possono contribuire a salvare la lumaca rosa del Monte Kaputar e la sua unica comunità di lumache terrestri».