Le incredibili passeggiate delle spore degli equiseti che camminano e saltano (Video)

[12 settembre 2013]

Royal Society of Sciences pubblica il sorprendente studio “The walk and jump of Equisetum spores” nel quale Philippe Marmottant, Alexandre Ponomarenko e Diane Bienaimé, rivelano le singolari capacità delle spore di piante già molto singolari, gli equiseti, chiamati volgarmente code di cavallo, che sono tra gli organismi più antichi che ancora vivono sul nostro pianeta.

Il team del Laboratoire Interdisciplinaire de Physique, del Cnrs dell’università di Grenoble spiega che «le piante di Equisetum (equiseti) si riproducono producendo minuscole spore sferiche che sono tipicamente di 50 micron di diametro. Le spore hanno quattro elateri, che sono flessibili appendici nastriformi che inizialmente sono avvolte intorno al corpo principale e spore che distribuiscono quando si seccano o si ripiegano indietro nell’aria umida».

Quello degli equiseti è un ciclo riproduttivo complicatissimo, con 7 fasi diverse, e si pensa che gli alateri (o meglio gli apteri) aiutino gli equiseti nella dispersione, l’esatto meccanismo del movimento delle spore restava ancora un mistero per la scienza. Ora, su Royal Society of Sciences B  il team di ricercatori francesi presenta quelle che definiscono «le osservazioni delle “passeggiate” e dei “salti” delle spore di Equiseto, che sono nuovi tipi di meccanismi di locomozione delle spore rispetto ad altre».

Marmottant, il leader del gruppo, spiega che «le passeggiate sono guidate da cicli di umidità, ogni ciclo induce un piccolo passo in una direzione casuale. Il campo di dispersione della passeggiata è limitato, ma la passeggiata offre step chiave per uscire sia dallo sporangio che per riorientarsi e ripiegarsi. I salti si verificano quando le spore si lanciano improvvisamente dopo essersi strettamente ripiegate su se stesse. Il risultato di una dispersione molto efficiente: anche spore che saltano da terra possono prendere di nuovo il vento, mentre le spore non saltano rimangono a terra».

Questi incredibili movimenti delle spore di piante così antiche sono stati filmati e possono essere visti nel video che pubblichiamo. Il team dell’università di Grenoble sottolinea un altro aspetto: «La comprensione di questi movimenti, che sono determinati esclusivamente dalle variazioni di umidità, trasmette un’ispirazione per la biomimetica per una nuova classe di oggetti semoventi».

Videogallery

  • The walk and jump of horsetail spores (Equisetum) [Better sound]