L’incredibile foto della lince che pesca lo squalo

Ma sui social media impazza il dibattito sulla sua autenticità

[9 aprile 2015]

Il 7 aprile la Florida Fish and Wildlife Conservation Commission (FWC) ha pubblicato sulla sua pagina Facebook una foto così eccezionale che fin da subito ha sollevato un dibattito sulla sua autenticità: una grossa lince rossa (Lynx rufus) che ha appena “pescato” uno squalo che da predatore è diventato momentaneamente preda.

Lo scatto della lince che pesca lo squalo  si deve a  John Bailey, che il 6 aprile, mentre faceva una passeggiata sulla costa   del Sebastian Inlet State Park tra le 18, 30 e le 19,00, ha visto una lince che fissava l’acqua dove uno piccolo  squalo si stava cibando di pesci, poi il felino è balzato in mare, ha afferrato lo squalo per la coda e lo ha trascinato a riva. E’ allora che Bailey ha scattato una foto, la lince lo ha visto e si è dileguata nella foresta, lasciando lo squalo che, dimenandosi, è riuscito a riconquistare l’acqua ed a salvarsi.

La Florida Fish and Wildlife Conservation Commission  non ha dubbi sull’autenticità della foto e ringrazia Bailey per «La condivisione di questa straordinaria immagine dei due animali che ha ottenuto». Secondo i biologi della commissione, quello pescato dalla lince sarebbe uno squalo col naso a punta dell’Atlantico (Rhizoprionodon terraenovae) che al massimo raggiunge una lunghezza di circa un metro, che frequenta le acque costiere in cerca di pesci ma che può vivere fino a 210 metri di profondità.

Anche se subito qualcuno ha detto che la foto è falsa, la portavoce della FWC, Liz Barraco, ha dichiarato di credere è autentica e che alla Commissione sono stato «Molto felici di vederla».

Anche David Hitzig, direttore del Busch Wildlife Sanctuary, ha detto alla CBS 12 che lo scontro tra lince e squalo è una cosa realmente possibile perché «Le linci della Florida cacciano lungo le spiagge locali catturando per tutto il tempo granchi e altri animali». Sul The Miami Herald  anche il biologo Robert King dice di credere che la foto sia autentica.

In un’intervista a Local 10, Bailey ha detto che è rimasto così affascinato da quel che vedeva che non ha pensato di essere in pericolo e che tutto «E’ stato abbastanza veloce, la lince lo ha individuato, ha tirato su lo squalo che annaspava per un po’». Ma quando il felino ha visto Bailey si è liberato dello squalo ed è fuggito molto velocemente, mentre il pesce riguadagnava la strada verso il mare.

Bailey, che è un rappresentante di commercio di Fort Pierce, ha detto che inizialmente pensava si trattasse di un cane e che poi, accortosi che era una lince che si stava tuffando in mare, è riuscito solo a scattare  una foto con il suo iPhone. Naturalmente, anche se i funzionai della FWC dicono di non aver motivo di sospettare che la foto sia un falso, su internet in molti si chiedono se sia reale o sia stata elaborata con Photoshop? A sollevare interrogativi sono soprattutto le ombre lunghe sul terreno. Comunque, come scrive anche il National Geographic, secondo la maggioranza degli esperti, la foto è autentica.

Bailey ha detto al Miami Herald di non ricordare esattamente dove ha scattato la foto nell’ Sebastian Inlet State Park, una zona a nord di Vero Beach, con una lunga spiaggia di sabbia. L’orario comunque tornerebbe, visto che le ombre suggeriscono che l’immagine sia stata scattata la sera al tramonto, la lince pescatrice sarebbe stata sul lato occidentale dell’Indian River, ma si tratta di un’area con poche spiagge tra l’entroterra e il fiume. Bailey ha detto di non riuscire a ricordare se stesse camminando verso nord o sud e che sa solo che la spiaggia era alla sua sinistra. «Se avessi capito che stavo per inciampare in qualcosa di simile, probabilmente sarei stato più consapevole dell’ambiente. Ero andato in spiaggia solo per schiarirmi le idee».

Le linci della Florida sono state avvistate vicino alle spiagge della zona anche in passato. Si tratta di felini sfuggenti e che di solito si muovono di notte, a differenza di altri felini selvatici non temono l’acqua e non disdegnano di fare un tuffo per catturare delle prede. Normalmente mangiano piccoli mammiferi come ratti e conigli, ma secondo King il crescente sviluppo urbano dell’area potrebbe aver fatto allontanare le loro prede, costringendo le linci a cambiare dieta..

La Barraco dice che «Non è noto di quanti esemplari sia composta la popolazione della specie in Florida. Riescono ad ambientarsi bene lungo le aree costiere se vi sono chiazze residue di habitat naturale, anche se nella zona vi sono degli insediamenti. Questa però è la prima volta che li vedo pescare in mare».

Bailey non pensava che la sua foto sollevasse tanta discussione e diventasse virale sui social media: «È un stato  un po’ uno shock. Non pensavo che fosse che rara, ma ora credo che lo sia».