Linea verde porta l’Isola d’Elba e il Parco dell’Arcipelago Toscano su Rai Uno

[16 maggio 2014]

Linea Verde, la  conosciutissima trasmissione di Rai Uno dedicata all’agricoltura e all’ambiente, ha fatto molte riprese nei giorni scorsi all’Elba per la puntata in onda domenica 18 maggio alle ore 12.20.

Vedremo delle splendide riprese dall’alto grazie alle due ore di sorvolo sull’Isola d’Elba e ripetutamente su Pianosa, con l’elicottero AB 412 della Base Elicotteri CFS di Cecina, con il commento di Patrizio Roversi e le spiegazioni  del Commissario Capo Iacopo Mori del CTA-CFS Arcipelago Toscano. Durante il sorvolo Roversi ha intervistato il Comandante Mori sulla conformazione delle due isole, sul Parco minerario e sulle attività del Parco nazionale Arcipelago Toscano e le sue sette isole.

La troupe a terra  ha fatto riprese  anche all’Orto botanico di S. Caterina, un gioiello che da tempo era stato dimenticato e ora recuperato e valorizzato con il  contributo del  Parco dell’Arcipelago Toscano, del  Comune di Rio nell’Elba, l’Associazione Amici dell’Eremo di S. Caterina e della Provincia di Livorno.   E’ stato intervistato in quello scenario il  prof. Agostino Stefani, docente del settore di Scienze Agrarie della Scuola Superiore Sant’Anna, che ha illustrato le “antiche” varietà di frutta dell’isola e guidato il conduttore Patrizio Roversi alla scoperta  di varietà di frutta oggi poco usuali che crescono ancora e che possono essere ricche di tante benefiche proprietà.

“Linea Verde sarà in una delle più belle isole del nostro paese:l’Elba, terza per grandezza solo dopo Sicilia e Sardegna – dicono sul  sito web di Lina verde- Ingrid Muccitelli ci parlerà di agricoltura slow, cercando di fare chiarezza sulla filosofia dello slow food attraverso metafore e personaggi coinvolti, passando dall’escursione con il somaro alla figura del contadino-pescatore, dalla riproduzione delle api regina alla spollonatura slow in vigna.

Patrizio Roversi invece si occuperà di conformazione del territorio, racconterà un’inedito Napoleone agricolo (quest’anno ricorre il bicentenario del suo regno sull’isola), ci parlerà di pesca della palamita, di agricoltura dimenticata e ritrovata, e dell’unico pastore dell’isola d’Elba e della sua erede.

Inoltre, a sorpresa, si tufferà armato di bombole per raccontare l’isola anche sott’acqua, attraversando uno dei 5 sentieri naturalistici dell’isola frequentato da subacquei di tutto il mondo.”