Bombino al Parco dell’Aspromonte

Parco Foreste Casentinesi, Luca Santini è il nuovo presidente

[4 luglio 2013]

Il ministro dell’ambiente Andrea Orlando sta procedendo alla nomina dei nuovi presidenti dei Parchi Nazionali. Ieri è arrivata la notizia che ha nominato il professor Giuseppe Bombino presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte e oggi quella di Luca Santini (nella foto) a presidente del Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Federparchi- Europarc Italia esprime soddisfazione per la nomina di Bombino «Profondo conoscitore della montagna, ha dedicato, nel corso della sua attività professionale e di ricerca, ampio spazio ai temi dello sviluppo e della valorizzazione dell’Aspromonte; accanto alle docenze, alle attività di ricerca e alla cospicua produzione scientifica, si ricordano contributi in volumi e pubblicazioni aventi ad oggetto proprio l’Aspromonte.»

Come per Bombino in Aspromonte, la nomina del Sindaco di Stia (Ar) ai vertici dell’area protetta delle foreste Casentinesi è avvenuta con un  decreto ministeriale del 21 Giugno che pone fine a un lungo periodo di commissariamento dell’Ente.

I primi auguri a Santini, che dopo la sua nomina a commissario del Parco delle Foreste Casentinesi fu duramente attaccato da alcune associazioni ambientaliste perché sindaco-cacciatore, arrivano proprio da un’associazione ambientalista.  Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, ha detto: «Siamo sicuri che l’esperienza maturata in questi anni come amministratore di un piccolo comune sarà utile per fare bene anche come presidente del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi e per operare a tutela della biodiversità valorizzando la capacità del territorio di rispondere positivamente alla crisi che colpisce le aree interne più di altri territori. Il nostro auspicio  è che venga completato celermente il percorso  amministrativo per il rinnovo del consiglio direttivo che, riducendo i componenti da 12 a 8 per approvazione del Dper. sul riordino dei consigli direttivi dei Parchi nazionali, servirà per far riavviare al Parco un percorso di normalità gestionale».

Un rinnovo che dovrà riguardare anche gli altri due Parchi nazionali toscani: Arcipelago Toscano ed Appennino Tosco Emiliano.