Lupo scuoiato e appeso a Suvereto: gli allevatori prendono le distanze

Ancora indignazione per il barbaro gesto commesso il 28 aprile

[10 maggio 2017]

Lo staff del progetto Life Medwolf e i rappresentanti delle associazioni di categoria partner del progetto, hanno ricevuto numerose manifestazioni di indignazione da parte degli allevatori che hanno voluto espressamente prendere le distanze dal barbaro atto commesso il 28 aprile  nel Comune di Suvereto (LI), dove un canide, probabilmente un lupo,  è stato scuoiato e  la carcassa è stata appesa a testa in giù su un cartello stradale.

I partner del progetto Medwolf spiegano che «Gli allevatori che partecipano al progetto, ma anche altri che non ne fanno parte, hanno subito condannato l’accaduto  che, tra le altre cose, scredita solamente chi lavora quotidianamente e onestamente per portare avanti la propria attività. Questa azione danneggia chi lavora quotidianamente per cercare di trovare soluzioni, tuttavia ribadiamo che noi andiamo avanti per la nostra strada, sostenendo tutti gli allevatori che ogni giorno si impegnano attivamente per difendere il loro lavoro nel pieno rispetto della legge; lavoro per il quale ci vuole più rispetto da parte dell’intera collettività».

A Medwolf spiegano: «Stiamo lavorando intensamente per cercare di affrontare i problemi connessi alla presenza del lupo nel territorio, con la piena consapevolezza che la presenza della specie causa conflitti e situazioni critiche per chi opera in quelle zone. Tuttavia queste azioni illegali vanno assolutamente condannate e adeguatamente perseguite. A questo scopo ci teniamo a ribadire che l’unica strada percorribile è quella di lavorare tutti insieme per trovare soluzioni condivise. Queste azioni sono inutili e controproducenti e impediscono che certi processi, come quelli che Life + Medwolf porta avanti, abbiano successo. Noi continueremo a lavorare per perseguire questi obiettivi, forti dei risultati che stiamo già conseguendo».

Il progetto Life Medwolf rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento da parte di allevatori, aziende o tecnici.