Montecristo, il sindaco di Portoferraio replica al PD: «Di ambiente parlo con Legambiente»

[14 ottobre 2014]

Il sindaco di Portoferraio, Marco Ferrari (centrodestra) risponde con una nota alle accuse rivoltegli dal gruppo consiliare  PD-SEL che ha contestato l’ordine del giorno, i documenti  e le modalità di convocazione del Consiglio Comunale straordinario sull’Isola di Montecristo. Secondo Ferrari, «sembra che l’opposizione del PD si arrocchi su posizioni assolutamente ingiustificate. Ogni attività della maggioranza viene accolta da un’astensione totale».

Il sindaco ricorda la non partecipazione del PD alla pulizia volontaria dei giardini di Carpani e ad una manifestazione di carattere nazionale sui temi della sanità tenutasi ad Amatrice, secondo Ferrari l’annuncio che la minoranza non sarà presente a Montecristo significa due cose: «punto primo, non voler dare un contributo – e questo sarebbe positivo -, visti i disastri della sanità elbana negli ultimi 10 anni, che vanno da finte dimissioni allo smantellamento di interi reparti senza alzare un dito, passando attraverso la prona obbedienza ai dettami della Regione Toscana. Punto secondo: non voler fare un’opposizione concreta, reale e diretta, astenendosi da qualsiasi iniziativa».

Ma l’intervento del sindaco del capoluogo elbano riguarda soprattutto il documento sull’ambiente sul quale nei giorni scorsi è intervenuta anche Legambiente e manda a dire al PD che «i miei interlocutori sono il Parco Nazionale e il Ministero dell’Ambiente. Se al di là dei due organi istituzionali devo avere un confronto con qualcun altro questo è Legambiente, associazione della quale, per mia diretta esperienza, riconosco la competenza, la correttezza e la possibilità di un dialogo contributivo».

Evidentemente Ferrari deve aver apprezzato il puntiglioso documento in 10 domande licenziato ieri dagli ambientalisti che fa anche delle proposte finali per una migliore fruizione dell’Isola, pur nel rispetto assoluto della Riserva integrale e del Diploma del Consiglio Europeo.

Invece il Sindaco riserva all’opposizione di centrosinistra parole durissime ed allo stesso tempo tranquillizza gli ambientalisti: «Il  PD fa delle illazioni che non hanno alcun riscontro oggettivo. Quando ho mai parlato di strutture ricettive? Prima di lanciare certe ipotesi, gli atti vanno letti con attenzione. Non c’è nessuna apertura al turismo perché eventualmente le uniche persone che potrebbero pernottare a Montecristo sarebbero esclusivamente quelle autorizzate a fini scientifici Sono un ambientalista convinto ed all’ambiente credo di aver dato un buon contributo con libri, documentari, progetti ed ho avuto apprezzamenti da chi ha i titoli per parlarne. Il PD di Portoferraio non mi sembra abbia maturato queste esperienze».