Una nuova invenzione può salvare gli albatros dagli ami killer [FOTOGALLERY]

[18 agosto 2014]

Nel mondo ogni 5 minuti un esemplare dei grandiosi albatros muore perché ha inghiottito un amo da pesca. Hookpod, la nuova invenzione intelligente che cattura i pesci e non uccelli potrebbe salvare moltissimi di questi magnifici animali.  Si tratta di un progetto di due fratelli britannici, Ben e Pete Kibel sosatenuto dall’Albatross Task Force della Royal Society for the Protection of Birds (Rspb)  per conto di BirdLife International, un’innovazione di piccole dimensioni, grande innovazione e con enormi possibilità di salvare diverse specie di albatros dall’estinzione.

La più grande minaccia per gli albatros ed altri uccelli marini è quella di essere catturati accidentalmente dai palangari per la pesca al tonno o al pesce spada, lunghissime distese di ami innescati che, per un solo peschereccio possono arrivare a 130 km con 10.000 – 20.000 ami innescati che spesso, per attirare i pesci, sono dotati di lightstick chimici monouso di plastica  che vengono altrettanto spesso gettati in mare.

Ogni anno i pescherecci con palangari calano circa 3 miliardi di ami, uccidendo così circa  300.000 uccelli marini, 100.000 dei quali sono albatros e decine di migliaia di questi rimangono uccisi nelle “longlline” della pesca pelagica al pesce spada ed al tonno. 15 delle 22 specie di albatros sono minacciate di estinzione. La morte per la pesca con i palangari è la più grande minaccia per la maggior parte delle specie. Quando gli ami innescati vengono calati dalla poppa di pescherecci, prima di affondare sono ancora visibili vicino alla superficie del mare è in questa fase che gli uccelli marini individuano le esche e cercano di cibarsene prima che affondino, così restano agganciati all’amo che li trascina sott’acqua e muoiono annegati. Un dramma per gli uccelli marini e un danno anche i pescatori, che preferiscono pescare i pesci che le carcasse dei volatili.

Visto che molte delle colonie di albatros sono situate in territori britannici d’oltremare, questa perdita di biodiversità a livello mondiale è una delle principali preoccupazioni ambientali del governo del Regno Unito.

La Rspb  spiega che «Hookpod è stato progettato per ridurre quasi a zero il numero di uccelli uccisi nella pesca al tonno e al pesce spada pesca. Questo si ottiene racchiudendo il vertice dell’amo rendendo impossibile agli uccelli di restare agganciati». La protezione ha un meccanismo a pressione che si apre quando viene raggiunta la profondità necessaria per la pesca, rilasciando l’amo con l’esca  Quindi gli uccelli marini non possono accedere agli ami, l’esca viene liberata sott’acqua e l’attrezzo è dotato di una luce, così i pescatori possono catturare pesci e non gli uccelli.

Quando la pesca è terminata, gli Hookpods vengono  semplicemente tirati a bordo, richiusi e conservati insieme agli ami nei cestoni da pesca standard, pronti per essere utilizzati di nuovo. Sono molto resistenti e durano a lungo, il che significa una forte riduzione dei rifiuti e una maggiore efficienza della pesca.

Dopo che un team della Task Force Albatross Rspb esperto nella riduzione delle catture accessorie di uccelli marini ha testato con successo questa tecnica di pesca sui pescherecci in Brasile, Sudafrica e Australia, gli inventori stanno cercando fondi attraverso il sito Kickstarter per avviare la produzione commerciale degli Hookpod, puntando a raccogliere 100.00 sterline, per poter avviare la distribuzione  all’industria mondiale della pesca. Il denaro serve per acquistare macchinari e componentistica.

Il 13 agosto il fondo ammonta a più di  55.000 sterline in soli 11 giorni di raccolta. Uno degli inventori,  Ben Kibel, ci tiene a dire che «L’Hookpod è il risultato di anni di progettazione e feedback con la pesca per arrivare a qualcosa che non si limita solo agli uccelli uccisi, ma può far risparmiare ai pescatori tempo e denaro. Siamo davvero entusiasti che l’utilizzo di  Kickstarter ci possa dare la possibilità di produrre tutto questo nel Regno Unito, mentre gli albatros verranno risparmiati in tutto il mondo».