Ornitorinchi, l’avo gigante dentato sconvolge l’evoluzione

[6 novembre 2013]

Nella Riversleigh World Heritage Area del  Queensland  è stata scoperta una specie estinta di ornitorinchi carnivori, lunghi circa un metro: i più grandi ornitorinchi mai trovati.

A differenza degli attuali ornitorinchi, questa specie aveva denti ben funzionanti  che potevano essere usati per uccidere e mangiare gli animali che condividevano con loro antichi stagni ed ambienti lacustri oggi diventati deserti.

La nuova ed antica specie, chiamata Obdurodon tharalkooschild ed alla quale è stato affibbiato il nomignolo di ornitorinco-zilla, è stata identificata da un dente molto caratteristico  trovato in un deposito che non è stato ancora datato, ma  che probabilmente risale a 15 – 5 milioni di anni fa.

La scoperta è stata realizzata da Rebecca Pian, della Columbia University ed ex studentessa dell’università del New  South Wales (Unsw), e da Mike Archer e Suzanne Hanb, della School of biological earth and environmental sciences dell’Unsw che la hanno resa nota pubblicando sul Journal of Vertebrate Paleontology lo studio “A new, giant platypus, Obdurodon tharalkooschild, sp. nov. (Monotremata, Ornithorhynchidae), from the Riversleigh World Heritage Area, Australia”.

Il nome Obdurodon  deriva dal greco e sta per dente ostinato, gli è stato dato per distinguerlo dalle altre specie di ornitorinchi dentati estinte a da quelle moderne essenzialmente senza denti. Tharalkooschild  invece deriva dalla storia aborigena sull’origine dell’ornitorinco. Nel  Dreamtime,  il Tempo dei Sogni, Tharalkoo era una giovane femmina di anatra head-strong, i suoi genitori l’avevano avvertita di non fare il bagno lungo il fiume perché Bigoon, il topo d’acqua, le avrebbe fatto del male. La giovane anatra disubbidì ai suoi genitori e Bigoon la rapì. Dopo un po’ di tempo Tharalkoo riuscì a fuggire e ritornò alla sua famiglia, le altre anatre stavano depositando le uova e lei fece altrettanto, ma invece di un pulcino di anatra dal suo uovo uscì una specie di chimera  che aveva il becco, le zampe posteriori palmate, deponeva le uova come le anatre ma aveva anche la pelliccia come un roditore: era il primo ornitorinco..

La Pian spiega che «La  nuova specie ornitorinco, anche se è altamente incompleta, è un aiuto molto importante nello sviluppo della comprensione di questi affascinanti mammiferi».

In base alle dimensioni del dente di Obdurodon tharalkooschild ritrovato, si pensa che la specie estinta sarebbe stata almeno due volte più grande degli ornitorinchi moderni, ma che condivideva con loro l’aspetto bizzarro e gli speroni velenosi.

La Hand  sottolinea che «Come gli altri ornitorinchi, probabilmente era un mammifero prevalentemente acquatico  e avrebbe vissuto dentro gli stagni di acqua dolce e nei dintorni,  nelle foreste che ricoprivano l’area di Riversleigh milioni di anni fa. L’Obdurodon tharalkooschild  era un ornitorinco molto grande, con denti ben sviluppati, e pensiamo che probabilmente si alimentasse non solo con gamberi e altri crostacei d’acqua dolce, ma anche di piccoli vertebrati tra i quali lungfish, rane e piccole tartarughe che sono conservati con lui nel deposito di fossili del Two Tree Site».

Prima della scoperta di questa nuova specie, i reperti fossili suggerivano che sul nostro pianeta fosse vissuta fino ad ora una sola specie di ornitorinco e ce le sue dimensioni si fossero ridotte gradualmente. Ma l’ornitorinco moderno da adulto è privo di denti, sostituiti da un pad corneo nella bocca. E’ probabile che la specie estinta fosse l’antenato più prossimo dell’attuale ornitorinco australiano.

Ornitorinchi dentati,  Monotrematum sudamericanum , erano presenti in Sud America fino a 61 milioni anni fa. I più antichi fossili di ornitorinco trovati in Australia erano di una piccola specie dentata, l’Obdurodon insignis , ritrovata in depositi lacustri  vecchi 26 milioni di anni in quello che oggi è il Simpson Desert.

Una specie più grandi,  l’Obdurodon dicksoni , è stato trovato in depositi risalenti a 19 – 15 milioni di anni fa in altri depositi  del Riversleigh, e esiste un unico cranio fossile di questo antico ornitorinco.

L’Obdurodon tharalkooschild  è quindi la seconda specie ornitorinco rinvenuta nella Riversleigh World Heritage Area a Riversleigh.

Archer conclude sottolineano l’importanza del nuovo ritrovamento: «Siamo stati ingenuamente portati a sospettare che fosse solo una stirpe di animali strani e maldestri che si è fatta la sua strada attraverso il tempo e lo spazio, almeno negli ultimi 60 milioni di anni. La scoperta di questa nuova specie per noi è stata uno shock  perché, prima di questo, la documentazione fossile suggeriva che l’albero evolutivo degli ornitorinchi fosse  relativamente lineare. Ora ci rendiamo conto che su questo albero ci sono rami collaterali imprevisti, alcuni dei quali divennero giganteschi. E’ stato un campanello d’allarme per la storia del ornitorinco: più si sa su di lui, più si dimostra più complicato di quanto pensassimo».