Parchi capaci di futuro: due giorni di dibattito sul futuro delle aree protette italiane

[19 giugno 2014]

Cts, Fai, Italia Nostra, Lipu, Mountain Wilderness, Federazione ProNatura, Touring Club Italiano e Wwfchiamano a raccolta, il 20 e 21 giugno a Fontecchio, in Abruzzo, «tutti coloro che hanno a cuore la difesa del patrimonio naturale e culturale della nazione, per contribuire a rilanciare con forza il ruolo centrale e strategico dei parchi e delle aree naturali protette, le loro vocazioni prioritarie ed il loro ruolo non residuale all’interno delle dinamiche culturali, sociali ed economiche del nostro Paese in un momento di crisi, incoraggiando analisi e riflessioni, raccogliendo  stimoli e raccomandazioni per rilanciarne il ruolo nelle nuove sfide ambientali e sociali».

L’incontro nel piccolo comune abruzzese vicino L’Aquila si rivolge «a tutti i soggetti istituzionali ed alle associazioni nazionali o locali che in forme diverse operano e collaborano per la  tutela del nostro patrimonio naturale e culturale attraverso la gestione dei parchi e delle altre aree naturali protette».

Secondo le 8 associazioni ambientaliste «sarà l’occasione per riflettere sull’attuazione dopo oltre venti anni della Legge quadro n. 394 del 1991, analizzando i suoi punti deboli, le proposte di modifica in discussione in Parlamento, il ruolo dei diversi attori sociali ed economici, l’identificazione delle priorità per un rilancio dei parchi.

Il Convegno di Fontecchio, che si collega, anticipandone alcune tematiche, al quinto Iucn World Parks Congress, che si svolgerà a Sydney, dal 14 al 19 novembre 2014 sul tema “Parks, people, planet: inspiring solutions”, prevede tre sessioni di lavoro che attraverso l’intervento di docenti e ricercatori di varie Università italiane, Presidenti, Direttori e personale tecnico degli Enti Parco, rappresentanti nazionali delle maggiori Associazioni ambientaliste, si confronteranno sui  valori delle aree naturali protette e sul loro futuro in Italia, sulle minacce e speranze dei Parchi d’Abruzzo.

Quattro i gruppi di lavoro tematici dedicati alla conservazione della biodiversità, alla pianificazione del territorio e gestione del paesaggio, allo sviluppo economico nei parchi attraverso la valorizzazione dell’agricoltura di qualità e la promozione dell’ecoturismo, all’educazione ambientale e partecipazione delle comunità locali.

Ecco il programma delle 2 giornate:

20 giugno

ore 9.00 – Registrazione dei partecipanti

Ore 9.30 – Saluti di benvenuto: Sabrina Ciancone – Sindaco del Comune di Fontecchio; Gian Luca Galletti –  Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (contributo video)

Ore 10.00 – 13.00

Sessione “I valori delle aree protette

Coordina i lavori:  Maria Rosaria La Morgia (giornalista RAI)

Introduzione – Presentazione del Convegno

Carlo Alberto Pinelli (Presidente Mountain Wilderness Italia)

Stefano Rodotà (contributo video) – Aree protette come beni comuni; Carlo Alberto Graziani (Università degli Studi di Siena) – Ruolo delle aree protette e percorso della 394; Riccardo Santolini (Società Italiana Ecologia del Paesaggio -Università degli Studi di Urbino) – Biodiversità e servizi ecosistemici; Giampiero Di Plinio (Università degli Studi di Pescara – Gabriele d’Annunzio) – Aree protette ed Economia; Marco Parini (Presidente Italia Nostra) – Aree protette e patrimonio storico, artistico e culturale; Luisa Bonesio  (Università degli Studi di Pavia) (contributo video) – Aree protette e paesaggio; Alessio Di Giulio (Direttore Ilex) – Aree protette: Partecipazione e gestione dei conflitti

Ore 14.30 – 18.00

Sesione Aree protette in Italia, quale futuro?  Tavola rotonda.

Coordina i lavori:  Maria Rosaria La Morgia (giornalista RAI);

Fulvio Mamone Capria (LIPU-BirdLife); Giampiero Sammuri (Federparchi); Gaetano Benedetto (Ente Parco Nazionale del Circeo); Mauro Furlani (Federazione Pronatura); Antonio Nicoletti (Legambiente); Marco Lion (Touring Club Italiano); Micaela Solinas (CTS); Filippo Di Donato (CAI – TAM); Costanza Pratesi (FAI); Elio Tompetrini (Associazione 394); Renato Grimaldi (Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare); Dante Caserta (WWF Italia)

21 Gigno

Ore 9.30 – 13.00: Sessioni tematiche

Introduzione: Franco Ferroni (WWF Italia)

Conservazione della natura e delle sue risorse – Coordinamento: Giuliano Tallone (LIPU- Birdlife); Introduzione: Massimo Pellegrini, Claudio Celada, Bruno Petriccione

Governo del territorio e paesaggio  – Coordinamento: Ebe Giacometti (Italia Nostra); Introduzione: Massimo Sargolini, Bernardino Romano, Federica Thomasset

Economia agricoltura e turismo – Coordinamento: Luigi Casanova (MW); Introduzione: Cristina Salvioni, Fernando Di Fabrizio, Ugo Ciavattella

 Educazione, formazione, comunicazione e partecipazione – Coordinamento: Francesco Paglino (CTS); Introduzione: Maria Antonietta Quadrelli, Massimo Alesii, Vanessa Ponziani

Ore 14.30 – 16,30:

Sessione Parchi d’Abruzzo. Minacce e speranze. Tavola rotonda

Coordina: Pierlisa Di Felice (Federazione Pronatura); Intervento di: Cesare Micheletti (Fondazioni Dolomiti UNESCO). Partecipano: Presidenti e Direttori dei parchi abruzzesi e responsabili delle associazioni ambientaliste abruzzesi.

Ore 16,30 – 17.30

Presentazione dei lavori dei tavoli tematici