Parco dell’Anconella, due settimane di lavori per farla rinascere

Era stato distrutto dalla tempesta di vento dell’agosto 2015

[24 marzo 2016]

Parco dell'Anconella

Al Parco dell’Anconella, a Firenze sono state piantate le prime alberature nel parco distrutto dalla tempesta del primo agosto 2015. All’avvio dei lavori erano presenti il sindaco Dario Nardella e Roberto Negrini,  presidente di Legacoop Toscana.  La Lega delle Cooperative toscane ha finanziato l’intervento con un contributo di 100.000 euro. Dell’intervento si occupa la cooperativa Agriambiente Mugello, che procederà con i lavori per le prossime due settimane. Dopo essere stato chiuso la scorsa settimana per permettere la trivellazione dei ceppi, il parco resterà aperto durante la piantumazione. I tecnici, infatti, metteranno in sicurezza le aree interessate dall’intervento giorno per giorno.

L’impegno della Lega delle Cooperative Toscane, che ha raccolto 100.000 euro attraverso la donazione di fondi e una cena di finanziamento che ha riempito l’Obihall di Firenze, è partito all’indomani della tempesta. La donazione servirà per coprire, oltre alla messa in posa di circa 150 piante, la manutenzione dei nuovi alberi per tre anni, fino a fine 2018. I nuovi tigli, platani, peri e querce  restituiranno così al capoluogo della Toscana il parco dell’Anconella spazzato via dal ciclone estivo corso. Negrin ha sottolineato: «Vogliamo regalare una nuova Anconella alla città e ai bambini. Il nostro impegno non finisce qui. Nei prossimi mesi monitoreremo il lavoro fatto e collaboreremo con le scuole ed il territorio per la valorizzazione del parco».

L’intervento seguirà il progetto di riqualificazione complessiva dell’impianto arboreo del parco elaborato insieme alla Direzione Ambiente del Comune, che ha individuato le specie più adatte ai cambiamenti climatici in corso e quelle in grado di incrementare lo sviluppo della biodiversità in ambito urbano.