Nella biodiversità un patrimonio di eccezionale valore

Parco di San Rossore, turismo di qualità per un territorio ancora integro

Riceviamo e pubblichiamo la proposta dell'Associazione Wwf Alta Toscana Onlus

[25 agosto 2015]

san_rossore_costa

E’ inutile ricordare la fauna e la flora presente in quanto centinaia sono le specie  rare e protette che popolano il territorio del Parco MSRM, che può vantare una ricchezza di biodiversità senza uguali a livello  nazionale e non solo: non ultimo il riconoscimento “Convenzione internazionale relativa alle Zone umide di importanza internazionale soprattutto come habitat degli uccelli acquatici”, meglio conosciuta come Convenzione RAMSAR, sottoscritta nel 1971;

Sono il risultato dei tanti progetti di ricerca e di applicazione concreta di azioni per la tutela delle specie, realizzati negli ultimi anni dal Parco e ci danno la misura di come in Toscana abbiamo ancora habitat integri che sono la vera ricchezza di una regione, unico nel suo genere.

Un maggior coinvolgimento verso la “green economy “, legata innanzitutto ai Parchi e alle aree protette, produce reddito in ogni parte d’Italia: questo può chiaramente avvenire anche in Toscana, ricchissima di biodiversità specialmente all’interno del Parco Regionale che la caratterizza, e quindi invito gli organi regionali  a tutelarla ed a valorizzarla per uno sviluppo sostenibile e duraturo, in alternativa alla sviluppo forsennato imperante.

San Rossore ha un potenziale enorme:  può diventare oggi il luogo del futuro, dove applicare  e sperimentare  le nuove forme di economia e di gestione del territorio,  con le infrastrutture verdi ed i green job, che sempre più emergono come possibile via di uscita da una crisi economica e valoriale senza precedenti; a questo proposito valuteremo nel tempo come convivrà TERRE DI TOSCANA all’interno della Tenuta di San Rossore.

Pertanto chiediamo alla Regione Toscana di incentivare le politiche di conservazione e sviluppo ed un  coinvolgimento nella programmazione dei fondi strutturali 2014-2020.

Lanciamo l’idea di condividere, a cominciare dalle associazioni ambientaliste e dagli Enti Parco, un “Patto per il Futuro del Parco” che individui concrete linee di azione basate sui principi della sostenibilità.

EDUCAZIONE AMBIENTALE E ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

L’Educazione Ambientale e allo sviluppo sostenibile è una strategia di intervento che utilizza i processi di apprendimento per orientare i comportamenti individuali e collettivi al raggiungimento di un equilibrio con l’ambiente in un’ottica di sviluppo. E’ quindi richiesta una partecipazione attiva dei soggetti fondata sulla consapevolezza che le proprie azioni possono avere un impatto decisivo sulla qualità del proprio spazio di vita.

TURISMO SOSTENIBILE

Il turismo è un’attività importante per lo sviluppo di un territorio. Pianificare tale fenomeno in ottica sostenibile, che salvaguardi le risorse ambientali e culturali e che determini le condizioni per creare un vantaggio diffuso nella popolazione locale, è oggigiorno un imperativo che tutti gli attori impegnati nell’attività turistica devono tenere presente. In tal senso, capire in che modo la sostenibilità si applichi al fenomeno turistico, è necessario per poter parlare di pianificazione turistica, in quanto è elemento fondamentale per la gestione del turismo di un territorio e deve essere alla base di ogni azione che miri alla valorizzazione dei luoghi in ottica sostenibile.

Per questi motivi, l’Associazione WWF Alta Toscana Onlus ritiene opportuno esaminare il turismo tenendo presente il concetto di sostenibilità, analizzando in maniera teorica gli approcci, le componenti di un piano turistico sostenibile, le fasi della pianificazione turistica, gli indicatori di sostenibilità ed , infine, gli obiettivi del turismo sostenibile.

Riteniamo utile una protezione dell’ambiente attraverso una valorizzazione delle sue risorse che ne garantisca allo stesso tempo una conservazione nel tempo. La qualità ambientale rappresenta una forte motivazione per il visitatore e un capitale per il territorio, ma se questa viene compromessa si può instaurare un processo di deterioramento irreversibile. L’impatto turistico influisce, oltre che sull’ambiente naturale, anche sulla cultura, sulle tradizioni sulla vita quotidiana delle popolazioni locali: un turismo nell’ottica della sostenibilità si propone di trovare una via di sviluppo che mantenga l’identità culturale del luogo.

Proponiamo una  prima iniziativa, inerente le tematiche dello sviluppo turistico nel Parco di San Rossore:  “Un turismo di qualità in un territorio ancora integro”. Oggi queste tematiche stanno diventando realtà, deve essere uno stimolo e un incentivo a proseguire su questa strada, per dettare le migliori condizioni possibili in termini di infrastrutture e miglioramento della qualità ambientale.

di Marcello Marinelli, presidente Associazione Wwf Alta Toscana Onlus